Educare al rispetto contro tutte le violenze: ecco le tre scuole vincitrici del progetto promosso dalla Cgil

unnamed

Sono l’Istituto comprensivo “Don Milani” di Ponte Buggianese (Pistoia) con l’elaborato intitolato “Nessuno abbia timore” (sezione bullismo e cyberbullismo), l’ISIS Carducci-Volta-Pacinotti di Piombino (Livorno) con “I colori della vita” (sezione abusi e maltrattamenti sugli anziani) e la Scuola Media Custer De Nobili di Lucca con “Sei come sei” (sezione violenza sulle donne) i vincitori dei tre premi speciali, uno per sezione, del progetto “Educare al rispetto contro tutte le violenze” promosso da Spi Cgil e Coordinamento Donne dello Spi Cgil Toscana. La giornata conclusiva del progetto, che ha coinvolto 21 istituti delle scuole medie di I° e II° grado delle 10 province della regione, si è tenuta oggi al Palazzo dei Congressi di Pisa, dove circa 500 ragazzi hanno partecipato all’incontro.

Il progetto fa parte di un percorso ormai pluriennale che lo Spi Cgil Toscana porta avanti con le scuole della regione, con il duplice obiettivo da un lato di coltivare un rapporto fra le generazioni, dall’altro, nello specifico, di formare nuove consapevolezze per una azione attiva sui territori su argomenti che normalmente non fanno parte dei programmi scolastici. “Sentiamo sulle nostre spalle una responsabilità – ha detto la segretaria generale dello Spi Cgil Toscana Daniela Cappelli – che è quella di trasferire valori e memoria. Certo non pensiamo di risolvere tutti i problemi del mondo attraverso questi percorsi, ma di far crescere la sensibilità su questi temi e di contribuire alla formazione di futuri cittadini più consapevoli”.

Più che un concorso vero e proprio, un progetto all’insegna della partecipazione: alle scuole vanno infatti riconoscimenti ex-aequo (200 euro ciascuna), ai quali si aggiungono tre premi speciali (500 euro ciascuno) per le sezioni bullismo, violenza sulle donne, abusi e maltrattamenti sugli anziani.

“E’ stato difficile fare una scelta – ha aggiunto Alessandra Salvato, responsabile del Coordinamento Donne Spi Cgil Toscana – ma soprattutto a stupirci è stata la qualità del lavoro svolto dai ragazzi più piccoli: due dei tre premi sono stati infatti assegnati a classi delle medie di I° grado”.
Lo Spi Cgil Toscana è già al lavoro sul progetto del prossimo anno scolastico, che sarà dedicato ai temi legati a fascismo e antifascismo.

Le scuole che hanno partecipato al progetto e che erano presenti stamattina a Pisa:

-Istituto Comprensivo di Bucine (Arezzo)
-IIS Giovagnoli/ Buitoni Sansepolcro (Arezzo)
-Istituto “Buzzi” Prato
-Istituto Comprensivo “Bartolini” Vaiano (Prato)
-ITS G. Marconi di Pontedera (Pisa)
-Istituto Comprensivo Mariti Fauglia media “Ersilio Cozzi” Crespina (Pisa)
-Liceo musicale “Forteguerri” Pistoia
-Istituto comprensivo "Don Milani" Ponte Buggianese (Pistoia)
-Istituto Comprensivo “Leonardo da Vinci” Abbadia San Salvatore (Siena)
-Licei Poliziani Montepulciano (Siena)
-Liceo delle Scienze Umane “Bellarmino” Montepulciano (Siena)
-Scuola Media Custer De Nobili Lucca
-ISI Barga Classico di Barga (Lucca)
-IPSSEOA “G. Minuto” Massa Carrara
-Scuola media Carducci Carrara
-Istituto Comprensivo Malaspina-Staffetti Massa
-ISIS Carducci-Volta-Pacinotti di Piombino (Livorno)
-Scuola media "Giovanni Fattori" di Rosignano Marittimo (Livorno)
-Liceo economico sociale “Antonio Rosmini” Grosseto
-Istituto Comprensivo Pietro Leopoldo di Lorena - Renato Fucini Roccastrada-Ribolla (Grosseto)
-Istituto tecnico “Leonardo da Vinci” Firenze

Tutte le notizie di Toscana

<< Indietro
torna a inizio pagina