Gioielli, tablet e bici da corsa da restituire: appello dei carabinieri di Santa Croce per la refurtiva di svariati furti

carabinieri santa croce
(foto gonews.it)

Gioielli, orologi, tablet, un calamaio d'epoca e addirittura racchette da tennis di marca e una bici da corsa dal valore molto alto. I carabinieri di Santa Croce sull'Arno cercano i proprietari della refurtiva ritrovata in mano a un giovane, arrestato mesi fa.

L'uomo venne messo in manette dai militari tra Staffoli (Santa Croce) e Galleno (Fucecchio) nel dicembre del 2017. Il ladro ha compiuto i furti tra l'estate e dicembre dell'anno scorso, un periodo propizio per i topi d'appartamento. Originario di Ponsacco, non si sa se ha agito da solo o in gruppo, ma le modalità sono quasi 'da manuale': al tramonto entrava nelle case vuote e portava via oggetti di alto valore.

Il ladro ha agito sì nella Zona del Cuoio, ma anche in aree limitrofe come la Valdera. Si sospetta, addirittura, che possa aver compiuto colpi anche in Lucchesia e nell'Empolese, non è esclusa nessuna pista. In mano all'uomo è stata ritrovata un'ingente refurtiva, che adesso è alla caserma di Santa Croce sull'Arno.

L'attività dei carabinieri per trovare i legittimi proprietari è iniziata da qualche settimana e alcune persone si sono recate in via Amendola per riprendere il maltolto, ma la refurtiva da restituire è ancora tanta. Dato che la zona in cui sono avvenuti i furti è ampia e ancora da decifrare, la restituzione è da completare.

Per questo i carabinieri hanno deciso di lanciare un appello e di rivolgersi direttamente ai cittadini. Qui sotto nella fotogallery di gonews.it trovate tutta la merce stipata a Santa Croce sull'Arno e in attesa di trovare un proprietario. Chiunque riconoscesse un proprio oggetto, è pregato di presentarsi alla caserma di via Amendola o di telefonare allo 057130041.

Gianmarco Lotti

Tutte le notizie di Santa Croce sull'Arno

<< Indietro
torna a inizio pagina