Mostra del Chianti, numeri in crescita: mix vincente di tradizione e innovazione

61° Mostra del Chianti 2018
61° Mostra del Chianti 2018

La Mostra del Chianti cresce, nelle presenze e nell'attrattività. Migliaia di persone hanno invaso il borgo di Montespertoli durante i 9 giorni di festa, dal 26 maggio al 3 giugno, in particolare nei due week end, per assaggiare i vini delle tante aziende vinicole locali e intrattenersi con la musica, gli spettacoli, i giochi e le esposizioni.

Il vino, prodotto principe, è stato l'elemento centrale nella piazza del Popolo e principale motivo di affluenza alla manifestazione. Considerando solo gli assaggiatori, nel corso della mostra vinicola sono stati venduti circa 2.700 bicchieri, un dato che conferma la crescita del principale prodotto del territorio montespertolese, il vino, che come sempre fa da traino all'intero comparto agricolo e quindi alle altre eccellenze alimentari locali.

Ma il vino è stato anche solidarietà: lo dimostra il successo delle diverse iniziative benefiche che si sono svolte intorno alle degustazioni. Fra tutte l'asta di beneficenza per l'ospedale pediatrico Meyer, “Etichette d'artista”, giunta alla quinta edizione e curata dagli artisti Simone Armelani e Fabio Mochi, che ha consentito di raccogliere circa 2mila euro con la vendita delle 10 bottiglie magnum di vino Chianti fregiate delle opere di 10 pittori.

Grande ritorno di questa 61esima edizione sono stati i Giochi delle Contrade, che hanno reso la manifestazione ancora più divertente e coinvolgente. Le cinque contrade di Montespertoli hanno infatti chiamato a raccolta tutti i residenti, dando vita a sfide come il tiro alla fune, la corsa delle botti, lo spaccalegna, la staffetta col bicchiere e la corsa dei trattorini, caratterizzate tutte da grande agonismo e senso di appartenenza. Alla fine si è aggiudicato l'ambito Fiascone, il trofeo dei giochi, la Contrada del Pozzo, seguita da Fornace e Mura a pari merito, poi Cappella e Fontanelle.

Anche la musica ha avuto i suoi momenti clou, come la serata dedicata al cantautorato, con Francesco Tricarico, Francesco Bottai e Lorenzo Marianelli, e quella conclusiva con il concertone dei Meganoidi. Senza dimenticare la rievocazione storica del Gruppo Novecento, andata in scena l'ultimo giorno di festa, con oltre 200 figuranti che hanno sfilato per le vie del centro in mezzo a due foltissime ali di pubblico.

“La Mostra del Chianti non è solo la festa del vino, è la festa di Montespertoli - osserva l'assessore comunale alla Cultura del Comune, Elena Ammirabile - Non c'è cittadino che non passi almeno una sera a cena, a godere del vino e della splendida cornice della piazza con i suoi tanti eventi. La musica, i giochi delle contrade, l'intrattenimento per bambini, gli aperitivi letterari, i raduni, le sfilate, sono le mille occasioni per stare insieme ed essere una comunità che si ritrova intorno alla coltura che ha plasmato le nostre colline. Ringrazio tutti coloro che hanno speso il loro tempo nel volontariato e la propria professionalità per la buona riuscita di questa festa che è e rimane la carta d'identità di Montespertoli”.

Tutte le notizie di Montespertoli

<< Indietro
torna a inizio pagina