Ballottaggio Pisa, è scontro social tra Ziello (Lega) e Serfogli (PD)

Edoardo Ziello
Edoardo Ziello

Scontro tra Edoardo Ziello e Andrea Serfogli a Pisa. Il deputato della Lega e il candidato sindaco PD si sono scontrati sui social. Ziello ha accusato l'ex assessore al bilancio e ai lavori pubblici del Comune di Pisa di aver investito troppe risorse in progetti di integrazione per rom ed immigrati a discapito dell'edilizia popolare. Di seguito la risposta di Serfogli.

"Ieri abbiamo finalmente capito chi è il candidato a sindaco della destra leghista: l’onorevole Edoardo Ziello. Sbagliando, lo avevo definito il commissario del candidato a sindaco. Ma in realtà è lui il vero candidato. Capita a tutti di sbagliare.

Ora capisco perché Conti non è mai venuto agli incontri: il candidato a sindaco non è lui.

Quindi, avendo sbagliato il punto di riferimento, invito il vero candidato a sindaco della destra leghista a un confronto con me sui problemi della città di Pisa e sulle relative soluzioni.

Quello che dicevamo da settimane è stato confermato ufficialmente: l’eventuale governo leghista della città sarebbe fagocitato da quello romano, senza possibilità di appello. Nel suo proclama sul web, Ziello lo dice chiaramente usando l’espressione “governo amico”. Governi e comuni sono istituzioni che fra loro dialogano e parlano a prescindere dai colori politici. Proprio in quanto istituzioni, rappresentano tutti i cittadini. Dire che un governo aiuterà un sindaco piuttosto che un altro è semplicemente mancanza di senso delle istituzioni. Quella che l’onorevole Ziello, evidentemente, non contempla.

Insomma, Conti, telecomandato dai commissari cascinesi Ziello e Ceccardi, favorirebbe la conquista politica ideologica di Pisa da parte di Cascina e Roma. A loro dei cittadini non interessa. A loro interessa solo il potere della Lega romana su Pisa. Per questo, nelle ultime settimane, Ziello e Ceccardi hanno sempre definito come fasulli e inutili i candidati delle liste civiche. Per loro (e il loro testimonial Conti), tutti i civici e io rappresentiamo un ostacolo alla loro missione di togliere a Pisa la sua libertà e ai pisani la possibilità di cambiare la città.

Non a caso, presi dalla disperazione, li ricattano adesso, dicendo che o li votano, oppure il governo stacca la spina a Pisa. Per chi obbedisce a bacchetta agli ordini di Roma, come Conti, Ziello e Ceccardi, la verità è che sono gli ultimi che potrebbero ottenere niente dal governo che su di loro può fare e dire qualsiasi cosa.

L’onorevole Ziello, nel suo proclama sul web, oltre ad attaccarmi dal punto di vista personale, dice una serie di ulteriori balle. E vi faccio qualche esempio

Conti è entrato in Consiglio comunale prima di me: nel 1994. Ci è stato 11 anni e ne è uscito solo perché è stato indicato dall’allora ministro Alemanno direttore generale del Consorzio agrario pisano: una nomina politica.

Io sono stato assessore al bilancio, è vero: il bilancio del Comune di Pisa è tra i più sani d’Italia. Per fare due esempi, si guardi la forte riduzione del debito del Comune e il pagamento delle fatture in poche settimane, molto prima di altre amministrazioni.

La manifestazione alla quale ho partecipato qualche giorno fa non era organizzata dai sindacati di base, ma dagli studenti. E quando i giovani mi chiedono un’opinione, non ho paura di confrontarmi con loro.

L’onorevole Ziello dice che con 6 milioni di euro (metà di quanto l’Europa dà con fondi vincolati, quindi non dirottabili altrove) si costruiscono centinaia di case. Fossero, per ipotesi, 200, sarebbero 30.000 euro a casa: direi che è un bel prezzo. Se mi dicesse dove, ne comprerei subito una.

Parla di campi Rom. Nel comune dov’è stato assessore, a Cascina, sono sorti nuovi insediamenti in Pettori, sull’ansa dell’Arno.

Parla di moschea. A Cascina c’è una moschea, c’era prima, e ci sarà: nonostante la sindaca leghista Ceccardi.

Per concludere. Se Ziello ha almeno un filo di coraggio, venga a confrontarsi con me domani o sabato. Scelga il moderatore e il luogo. Casomai scappasse anche lui come il suo candidato per un mese, sappia che noi, ai cittadini, questa opportunità di sapere le differenze tra di noi la daremo comunque. Speriamo che il vero candidato Ziello ci sia".

Tutte le notizie di Pisa

<< Indietro
torna a inizio pagina