Meyer, un frigorifero biologico coi fondi raccolti in memoria di Lucrezia Borghi

Lucrezia Borghi
Lucrezia Borghi

Risplende la stella fucsia, simbolo di luce e freschezza, nel segno di Lucrezia Borghi. Una racchetta che si allunga alla ricerca del punto perfetto e si realizza oltre la rete, con la mano sul cuore e un pensiero fisso nella mente: aiutare chi ha più bisogno. L’impegno civico che si lega alla memoria della giovane grevigiana scomparsa durante un incidente stradale in Spagna, mette al centro nuovi progetti di solidarietà.

Ammonta a 3740 euro complessivi la somma raccolta in occasione delle iniziative di Viareggio e Greve in Chianti. I fondi raccolti permetteranno di donare alla Fondazione Meyer un frigorifero biologico atto ad accogliere farmaci destinati al Reparto di Terapia Intensiva Neonatale. Per il terzo anno consecutivo si è tenuta la raccolta fondi nel ricordo di Lucrezia Borghi a favore della Fondazione Meyer, organizzata nell’ambito dei Campionati Regionali di Beach Tennis che si sono disputati a Viareggio. La manifestazione sportiva, organizzata dalla Viareggio Versilia Beach Tennis, ha ottenuto il riconoscimento di Evento Ufficiale Meyer ed è stata patrocinata dal Comune di Greve in Chianti. Tra i presenti anche il sindaco Paolo Sottani che ha consegnato agli organizzatori della manifestazione un omaggio per l’impegno profuso nel ricordo della sua concittadina. “Sono eventi e azioni concrete che fanno bene al cuore – dice il sindaco Sottani – la sensibilità della nostra comunità e di quella viareggina ha dato prova di sé nel ricordo di Lucrezia”.

La raccolta ha coinvolto direttamente anche la comunità grevigiana che ha risposto con grande partecipazione. “Vogliamo ringraziare i grevigiani - tiene a precisare la famiglia Borghi - per il sostegno che ci hanno dato in occasione della raccolta fondi con l’acquisto dei prodotti con la stella fucsia che oramai identifica il nostro progetto per ricordare Lucrezia”. Un ringraziamento sentito da parte della famiglia anche alle aziende agricole. “Grazie alle fattorie Calcinaia, Castello di Gabbiano, Castelli del Grevepesa, Terreno e le Aziende Agricole Castellinuzza e Piuca, Le Masse di Lamole, Montoro e Selvole, I Fabbri e Pieve di San Cresci che ci hanno consegnato in omaggio i loro prodotti, esposti e venduti nello stand allestito all’interno della manifestazione sportiva, a testimonianza dell’aiuto che il nostro territorio tiene a dare per costruire qualcosa di importante nel ricordo di Lucrezia”. Anche Viareggio e il mondo del beach tennis hanno dato il loro importante contributo per raggiungere l’obiettivo prefissato. Buone notizie che si aggiungono ad altre altrettanto positive provenienti dalla Spagna, dove l’Audiencia Provincial de Tarragona ha accolto il ricorso presentato dalle famiglie delle vittime italiane respingendo quindi l’istanza di archiviazione proposta dal Tribunale di Amposta. Si riaprono, dunque le indagini con particolare riferimento, oltre alla dinamica del sinistro, alle misure di sicurezza sul lavoro adottate dalla società proprietaria del veicolo dove viaggiavano le studentesse.

Fonte: Comune di Greve in Chianti - Ufficio Stampa

Tutte le notizie di Greve in Chianti

<< Indietro
torna a inizio pagina