Società della Salute, il sindaco Mangani risponde al PD

Giulio Mangani (foto gonews.it)
Giulio Mangani (foto gonews.it)

Il sindaco di Montespertoli Giulio Mangani risponde attraverso un post sulla sua pagina facebook a quanto dichiarato dal PD di Montespertoli che chiede maggiore condivisione sulla realizzazione della Società della Salute:

"Apprendo che il PD di Montespertoli mi chiede maggiore condivisione sulla realizzazione della Casa della Salute, che a causa del fallimento di una delle aziende in ATI che avevano vinto la gara ha subito una battuta d'arresto.
A parte le questioni di (in)opportunità politica di questa uscita in questo momento che rischia di indebolire la posizione del comune nei confronti della Regione e dell'ASL con cui stiamo cercando di trovare una soluzione a quest'impasse, mi sembra sorprendente la posizione che solleva e le prospettive che apre.
Il primo punto è che, a differenza di altri casi anche recenti, il progetto della Casa della Salute è stato seguito con impegno e competenza da un Assessore del PD che ha speso tante energie su questo e che si meriterebbe tutt'altro trattamento dal suo partito. Quindi, facciamo a capirsi, si fa nostro ciò che non si fa e si ripudia ciò che si fa?
Secondo punto, progetto e percorso (che è lo stesso degli impianti sportivi in cui è andato a buon fine) sono stati largamente condivisi prima e dopo le elezioni del 2014 sia in sede di partito che con le associazioni. Anche allora ci furono da parte di tecnici e/o portatori di interessi privati proposte alternative che non furono ritenute idonee o fattibili. Che nel PD attuale quegli interessi privati siano diventati obiettivi politici ?
Terzo punto collegato al secondo, se il problema non è il progetto ma le modalità di appalto, non credo che spetti alla segreteria di un partito occuparsene: il binomio appalti e partiti non mi sembra evochi scenari positivi, per usare un eufemismo. E su questo per quanto mi riguarda la discussione non si apre proprio.
Quarto punto politico, le critiche (velate ma non troppo) del PD al progetto seguito dal suo assessore hanno molti punti in comune con quelle dell’opposizione di Centro Destra che dopo lungo silenzio si riaffaccia su questa questione. E’ un caso? O una soluzione per il 2019? ai posteri …

Per concludere, se il PD, che ha sostenuto lealmente questa amministrazione fin qui, vuole discutere del progetto e del percorso ha strumenti legittimi nei propri assessori (3) presenti in giunta. Viceversa se così non è può sempre metterli in discussione e mettere in discussione il suo sostegno alla Giunta. Consapevoli però che potrebbe essere un modo per sperimentare a Montespertoli se quanto avvenuto negli ultimi ballottaggi si applichi anche ai comuni sotto 15.000 abitanti e magari in anticipo.

Da parte nostra riteniamo l’obiettivo della Casa della Salute un obiettivo strategico per questa amministrazione e per i suoi cittadini e faremo tutto è quanto nelle nostre possibilità per portarlo in fondo".

Tutte le notizie di Montespertoli

<< Indietro
torna a inizio pagina