Palio di Fucecchio, il cda chiede a Testai rispetto per le 12 contrade

(foto di Veronica Gentile per gonews.it)
(foto di Veronica Gentile per gonews.it)

“Il Palio di Fucecchio non è politica, bensì cultura e tradizione, è vita di contrada, aggregazione di giovani, espressione anche di un volontariato sano che non ha interessi di parte e che non si limita alla sola corsa dei cavalli”. Con questa dichiarazione il Cda dell’associazione Palio delle Contrade ha inteso ribadire la propria distanza dalle dichiarazioni del Capogruppo di Forza Italia Simone Testai che hanno suscitato irritazione in molti appassionati di Palio.

Il CdA nella persona del presidente Nicoló Luca Cannella e di tutti i consiglieri (Tania Benvenuti, Ambra Satti, Luigi Cardini, Gianluca Nencioni, Francesca Vezzosi, Massimo Billi, Maurizio Salvadori, Daniele Cei) esprime profondo rammarico per quanto dichiarato da Testai in quanto tali dichiarazioni sono prive di fondamento; fondamento che invece hanno le misure adottate dal Cda del Palio così come sancito dal Regolamento della manifestazione.

“Tale regolamento - spiega il Cda - è stato costruito ed approvato dalle 12 contrade, noi come consiglio siamo soltanto la parte esecutrice. Confidiamo che quanto espresso da Testai sia frutto soltanto di una errata informazione e, per il rispetto del Palio delle Contrade, dei dirigenti e dei contradaioli, attendiamo tutti un fermo passo indietro”.

Fonte: Associazione Palio di Fucecchio

Tutte le notizie di Fucecchio

<< Indietro
torna a inizio pagina