Inaugurato il Parco Robinson dopo i lavori: nuovi giochi, presente un'area cottura

taglio del nastro parco robinson


Per anni è stato la 'culla' di molti giovani di Santa Croce sull'Arno e della Zona del Cuoio, adesso parte la sua nuova vita. Oggi, giovedì 12 agosto, è stato inaugurato il Parco Robinson, che si trova sul territorio comunale di Castelfranco di Sotto ed è stato dato in gestione al Comune di Santa Croce sull'Arno, in piene Cerbaie, ed è stato rimesso a nuovo dopo i lavori iniziati a metà giugno 2018.

Alla presenza del sindaco santacrocese Giulia Deidda con il consigliere regionale Andrea Pieroni, il sindaco di Castelfranco di Sotto Gabriele Toti e l'assessore Antonella Gorgerino in rappresentanza del Comune di Fucecchio, si è assistito al taglio del nastro di fronte a un nutrito numero di grandi e piccini. Ha partecipato anche il presidente del Consiglio regionale della Toscana Eugenio Giani.

Le operazioni sono costate 50mila euro e hanno previsto molti interventi, alcuni di rifacimento e altri ex novo. Entrando nel parco, la zona sulla sinistra vede arrivare ai nuovi giochi, tutti realizzati in legno e messi in sicurezza con ghiaia, certificata per tale uso. Questi permetteranno l’interazione tra i bambini e sono stati studiati per armonizzarsi al contesto: pannelli per arrampicata, percorsi di legno per l’equilibrio, una teleferica, torrette e ponti sospesi. Sono stati sottoposti a manutenzione straordinaria i giochi presenti in precedenza e messi in sicurezza quelli che lo necessitavano.

Inoltre è stato risistemato il vecchio pattinaggio, che da oggi sarà un’area di gioco polifunzionale. Sono state realizzate nuove aree pic-nic, in questo caso si è recuperato quanto già esisteva e sono stati aggiunti tavoli e sedie. In più, ecco una zona barbecue con tavoli e panche. Questo sarà nell'area di destra, in modo tale da separare l'area giochi dalla zona cottura.

La sindaca Deidda, che ha preso la parola prima del taglio del nastro, ha dichiarato: "Sono contenta che la mia giunta mi abbia sostenuto nella riqualificazione. 50 anni fa Adrio Puccini lo acquisì e ora lo abbiamo rimesso a nuovo. Il territorio ha valenza ambientale e turistica, è centrale per tante attività e caratteristiche. Abbiamo reso fruibile un parco che di recente ha avuto problemi importanti. In futuro valutiamo l'idea di farlo diventare un parco-avventura".

"Raccogliamo l'invito del sindaco Deidda, è bello che un posto così possa avere vita nuova e questa è un'operazione che seguiremo" è quanto ha detto Giani. Il sindaco Toti invece ha affermato: "Da parte nostra c'è grande collaborazione con gli altri comuni. Vogliamo che i giovani qui si divertano e che un giorno ripensino ai loro momenti al Parco Robinson come fanno già le generazioni attuali. Ha vissuto qualche momento problematico questo parco, ma ha dimostrato di essere fruibile e visitabile".

Una lieve nota polemica si è alzata da parte di Enzo Oliveri, cittadino impegnato in politica, che con un cartello ha reso pubbliche le sue considerazioni sul Parco Robinson, in cui accusa"l'amministrazione omertosa" di aver speso 50mila euro per abbellire il parco "condannando al degrado i parchi cittadini di Staffoli e Santa Croce" e di costringere nonni e genitori a "venire al parco Robinson".

Gianmarco Lotti

Tutte le notizie di Santa Croce sull'Arno

<< Indietro
torna a inizio pagina