Diccap-Sulpm sulla municipale: "Per le partite dell'Empoli nessun agente nel resto dell'Unione"

(foto gonews.it)
(foto gonews.it)

"Vista la recente risposta del aindaco di Empoli e presidente dell’Unione dei Comuni Brenda Barnini relativamente ai fatti di cronaca legati ad aggressioni e minacce avvenute ad Empoli, nonché da quanto emerso da uno dei recenti tavoli sulla sicurezza dove si prevede una maggiore presenza della Polizia Municipale per le vie del Centro di Empoli la Sigla Sindacale D.I.C.C.A.P. SULPM attraverso i suoi rappresentanti locali, pone le seguenti riflessioni e quesiti al Sindaco Brenda Barnini, ma anche a tutta la cittadinanza dell’Empolese Valdelsa.

Con quale personale si vorrebbe svolgere questo servizio di prevenzione? Con le famose e decantate nuove decine di assunzioni che in questi anni sono stati promessi e mai arrivati? Siamo partiti nel 2013 con 106 Agenti adesso siamo arrivati ad 87 ed entro fine anno altri 4 operatori andranno in pensione, senza contare che l’età media è di 55 anni; attualmente abbiamo una media 8 Agenti per Comune suddivisi su due o tre turni giornalieri, senza contare ferie e malattie. Ci si dimentica presto, quanto fa comodo, che l’Unione dei Comuni ha un territorio vastissimo ed una popolazione di 174.000 abitanti, visto che la matematica non è un opinione possiamo affermare che il Corpo di Polizia Municipale attualmente è a circa il 50% dell’organico necessario.

Forse il sindaco vuole recuperare ed ottimizzare il personale in servizio, con l’ennesimo rinnovo da parte dei sindaci e dell’Unione delle convenzioni con le quali gli agenti della polizia municipale devono e dovranno svolgere ancora pratiche burocratiche per conto dei Comuni e pertanto saranno obbligati a stare in ufficio a fare il lavoro dei dipendenti amministrativi, invece di dedicare la loro attività al presidio e controllo del territorio. Tali convenzioni tra Comuni ed Unione sono state rinnovate per l’ennesima volta dal 2013 e prorogate al 31 Ottobre 2018 da tutti gli 11 Comuni, segno che c’è la volontà di non impegnarsi a liberare il personale di Polizia da tali mansioni amministrative. Nessuno a questo punto di deve meravigliare se poi non “ si vedono ” mai gli agenti, anche se la politica sparge rassicurazioni gratuite o cerca di far apparire una realtà diversa, sfalsata.

Ormai assistiamo ad una disorganizzazione totale del personale, perché da ogni Comune pervengono sempre più richieste incessanti di interventi, controllo e sanzionamento; non c’è più una concezione organizzata perché in ogni realtà territoriale è partita la rincorsa a far vedere che il personale c’è ed è subito disponibile, sarà tutto inutile per il futuro, perché ormai è chiaro che così non si può garantire quella certezza e sicurezza del servizio che invece qualche anno fa era presente.

Questi sono i numeri e questi sono gli atti ufficiali con cui la politica ha scelto di limitare l’operatività degli agenti, del resto con tutte le loro richieste incessanti d’intervento con tutte le “ scartoffie ” amministrative per conto dei Comuni da fare, come si può pensare che gli agenti si possano occupare come un tempo, della sicurezza e presidio dei centri abitati, degli incidenti stradale ed anche della tutela dell’ambiente e del territorio, con il contrasto agli abbandoni dei rifiuti o degli abusi edilizi che li deturpano, inquinano e ne modificano per sempre lo stato, con danni irreparabili.

Con quali strumenti vorrebbe che la Polizia Municipale facesse tale servizio? Forse qualcuno pensa di avere la bacchetta magica di Harry Potter? sparpagliare il personale a destra e manca a far sanzioni non è sufficiente nella realtà di oggi, come tutti i cittadini avranno  notato, il contesto sociale è cambiato radicalmente e tutti a gran voce chiedono più sicurezza, ma questo com’è possibile se gli agenti chiamati a farla rispettare sono sparsi per tutti i chilometri quadrati dell’Unione, spesso lontano da colleghi perché in numero esiguo.
Per svolgere un servizio come questo oggi ci vuole un uniforme adeguata, una formazione costante e strumenti di difesa personale in numero adeguato, come spray antiaggressione e giubbotti antitaglio e proiettile, ma anche su questo aspetto l’Unione e i Sindaci dei Comuni che ne fanno parte ci ha messo del suo, basti pensare che sono appena 20 in tutta l’Unione i giubbotti per la sicurezza, quindi 1 ogni 4 Agenti e poi quest’anno ancora non è stata fornita la divisa estiva ed a bilancio sono state messe risorse che non permetteranno di fare un acquisto solo per emergenze.

Quando giocherà l’Empoli FC in casa per il campionato di Serie A, e tutti gli agenti saranno impegnati a svolgere esclusivamente i servizi di viabilità nei dintorni dello Stadio Castellani, come si farà a garantire i servizi negli altri territori dell’Unione? Ci chiediamo se sia giusto che tutta la popolazione dell’Empolese Valdelsa debba privarsi del servizio di polizia municipale in occasione delle partite della Serie A e pensare che ormai da mesi avevamo chiesto che fosse portato a termine, un “ progetto stadio ” con il quale si poteva ovviare alla mancanza di personale. Vorremmo ricordare al sindaco e presidente che recentemente si è individuato con chiarezza che un servizio pubblico quale quello di Polizia Municipale, se dedicato a servizi privati con scopo di lucro, sia a carico dell’organizzatore pagare tali servizi, in questo caso l’Empoli FC, come avviene in altre tantissime realtà, tra cui una piuttosto vicina quale Firenze.

I rappresentanti locali del SULPM ritengono che la Polizia Municipale dell’Unione dei Comuni possa essere impiegata in collaborazione con le altre forze di Polizia a garantire quella sicurezza e controllo del territorio che commercianti e cittadini di Empoli, ma anche del comprensorio, hanno chiesto e chiedono ma per fare questo è necessario urgentemente passare i fatti, mediante l’incremento del personale in servizio, l’acquisto di dotazioni di sicurezza in numero adeguato, una formazione costante e la gestione del personale più votata alla sicurezza che all’improvvisazione".

Fonte: DICCAP SULPM Unione dei Comuni Circondario Empolese Valdelsa

Tutte le notizie di Empolese Valdelsa

<< Indietro
torna a inizio pagina