Abbattimento lupi, la Lega: "Problema non affrontato alla fonte"

salvini_roberto

“Alla fine-afferma Roberto Salvini, Consigliere regionale della Lega-la Regione Toscana cerca la sponda nelle province autonome di Trento e Bolzano, per risolvere la delicata criticità legata alle predazioni da parte dei lupi che, ormai, sono sempre più spesso segnalati alle porte delle nostre città.”

“L’Assessore Remaschi-prosegue il Consigliere-dopo essersi lungamente arrampicato sugli specchi per non inimicarsi nessuna delle parti in causa, ora annuncia che verrà fatta una Legge ad hoc, dove verrà prevista la possibilità di abbattimenti selettivi.”

“Insomma-precisa Salvini- dove mesi e mesi inconcludenti, è proprio il caso di dire che “La montagna ha partorito un topolino”, poiché il problema non viene affrontato alla fonte(da dove arrivano tutti questi lupi o affini), ma si punta ad ucciderne un certo numero (poi sarà interessante capirne quanti)per sperare di azzerare la problematica.” “Probabilmente-sottolinea l’esponente leghista-le recenti dichiarazioni pro-allevatori da parte dell’influente Presidente del Consiglio regionale, Eugenio Giani, hanno avuto l’effetto di spingere chi di dovere a farsi forza, unitamente a trentini e bolzanini, per lanciare un segnale alle varie categorie coinvolte.”

“A nostro avviso-conclude seccamente Roberto Salvini-la ventilata nuova normativa verrà, però, rispedita al mittente e la questione rimarrà, inevitabilmente, irrisolta, per la “gioia” di tutti. Ai posteri, forse, l’ardua sentenza…”

Fonte: Gruppo Lega

Tutte le notizie di Toscana

<< Indietro
torna a inizio pagina