Un sabato al Palio di San Rocco: due spettacoli in programma

andrea giuntini

Sabato 11 agosto al Palio di San Rocco, quarto giorno del Festival del pensiero popolare, la giornata di oggi sarà dedicata a Santa Chiara, comincerà infatti durante le celebrazioni della santa, nella chiesa delle Clarisse che ancora vivono nel quartiere. Dopo le cerimonie religiose, officiate da don Morello LOrelli, il Teatro della Concgiglia, sotto la guida di Francesco Gigliotti, leggerà una scelta di poesie sacre, poi dopo la cena sulla terrazza Del Campana Guazzesi, con il servizio della Filarmonica Giuseppe Verdi, sarà possibile spostarsi nella piazza XX settembre, per assistere a “Lunario. Dalla terra alla luna, in volo con la poesia”, un singolare spettacolo che unisce la magistrale voce di Andrea Giuntini, che interpreterà poesie sulla notte, ad un’altra voce importante, che andrà anche verso il canto, quella di Katia Lari. Ai due si affiancherà fuori programma Tommaso Nobilio un importante compositore romano, che manca da tempo dal palcoscenico sanminiatese.
“Sarà – dice il direttore artistico – una serata singolare, soprattutto per la presenza di Nobilio, nel passato ha dato prove importanti anche nella nostra zona, e in molti lo attendono in questa sua esibizione. Naturalmente insieme alle splendide voci di Giuntini e della Lari”.
A conclusione di serata una lettura spettacolo, dentro la chiesetta di San Rocco, il Teatro della Conchiglia si esibirà in “Preghiera” di Fernando Arrabal, un atto unico dove due personaggi decidono di diventare buoni, se non addirittura santi, dopo una vita consumata nelle peggiori efferatezze. L’umorismo è d’obbligo, il testo è stato pubblicato nei primi anni Sessanta,  quando un contenuto come questo poteva apparire quantomeno irriverente. Oggi la fruizione è più semplice, pur restante ancora molto attuale.

Fonte: La Conchiglia di Santiago

Tutte le notizie di San Miniato

<< Indietro
torna a inizio pagina