Furti e rapine, smascherati 14 criminali: colpi anche a Castelfranco, Cerreto Guidi e Santa Maria a Monte

carabinieri_generica_controllo_stradale_piantone_pattuglia_2018_05_15___16

Erano quattordici in totale, divisi in due bande di albanesi e di etnia rom, ma con una 47enne di Castelfranco di Sotto come collante. Agivano così due gruppi di ladri, che hanno messo a segno ventitré furti e rapine tra il Pisano e il resto della Toscana, spingendosi fino al Padule di Fucecchio. Stando a La Nazione i colpi sono stati effettuati a Santa Maria a Monte, Cascina, Pisa, Castelfranco di Sotto, Lucca, Cerreto Guidi, Vicopisano, Firenze, Piombino, Lamporecchio, Campiglia Marittima e altre zone della Valdera.

Tra il 2016 e il 2017 le due bande, come detto 'dirette' dalla 47enne, hanno effettuato più di venti crimini con il medesimo modus operandi. Facevano finta di essere al telefono fuori dalle case e poi entravano mentre le vittime ignare stavano dormendo. Finito il colpo si spartivano il bottino e alla 47enne, chiamata 'La Vecchia', toccava una percentuale. Particolare non da poco: i ladri erano armati e avevano fatto uso di stupefacenti nel corso di alcune intrusioni.

L'indagine dei carabinieri è scattata per via di una auto rubata nel 2016. La vettura speronò una macchina dei carabinieri e scappò nei campi a Vecchiano, ma l'antifurto satellitare riuscì a rintracciare il mezzo. Da allora le bande criminali sono state seguite con attenzione e i quattordici individui sono stati smascherati. È emerso che i ladri rubavano di tutto, sia cellulari sia contanti sia bancomat e altri preziosi. Su tutti pende la richiesta di custodia in carcere.

Tutte le notizie di Castelfranco di Sotto

<< Indietro
torna a inizio pagina