Sant'Anna di Stazzema, 74 anni dall'eccidio. Mattarella: "Rafforziamo la solidarietà"

commemorazione_sant_anna_stazzema__2018_08_12

Oggi, domenica 12 agosto, si ricordano le vittime dell'eccidio di Sant'Anna di Stazzema. 74 anni fa i soldati nazisti trucidarono 560 persone e oggi i superstiti, assieme ai familiari e alle autorità locali, hanno presenziato alla cerimonia a Sant'Anna. Presenti anche molte delegazioni dai comuni toscani e pure il vice presidente del Parlamento Europeo Fabio Massimo Castaldo.

La nota del Presidente della Repubblica Mattarella: "Nel cuore dell'Italia"

"Sant’Anna di Stazzema è nel cuore degli Italiani. Lo spaventoso eccidio nazifascista, compiuto il 12 agosto di settantaquattro anni fa, costituisce uno dei vertici di più sconvolgente disumanità che la guerra seppe toccare, destando orrore tra gli orrori. Al tempo stesso la fermezza e la dignità mostrate dalla popolazione di Sant’Anna nel ricostruire la comunità dopo l’immane tragedia e nel trasmettere ai giovani il ricordo e i valori fondamentali della vita hanno consentito di accumulare tesori preziosi per il Paese intero, il suo tessuto democratico, la sua cultura di pace.

In questo giorno di ricorrenza, desidero esprimere il rinnovato dolore per le tante vite innocenti così crudelmente martoriate, e insieme i sentimenti di vicinanza ai familiari delle vittime, ai discendenti, a tutti coloro che oggi partecipano alle celebrazioni di Sant’Anna di Stazzema.

Il commosso saluto della Repubblica si unisce a quello di tutti gli italiani e di tutti gli europei che considerano irrinunciabile quel patrimonio di libertà, di diritti, di solidarietà che, dopo la Liberazione, i nostri popoli sono riusciti a costruire e che siamo sempre chiamati a difendere da ogni minaccia.

Una spietata ferocia si accanì allora su bambini, donne, anziani inermi, spezzando sentimenti e speranze, oltraggiando i loro corpi, occultando ogni segno di umanità negli stessi aguzzini. A tanto può giungere la violenza, l’odio, la smania di dominio: questa memoria consegna alle nostre coscienze un monito che mai può essere cancellato.

Sta ora al nostro impegno e alle nostre responsabilità, personali e collettive, rafforzare nei tempi nuovi la cultura della vita, la pace tra uomini e popoli liberi, la solidarietà necessaria per dar vita a uno sviluppo davvero condiviso e sostenibile".

Casellati: "Pagina feroce, vicini ai familiari"

"L'eccidio di Sant'Anna di Stazzema rappresenta una delle pagine più feroci del nazifascismo in Italia. A distanza di 74 anni il ricordo è ancora vivo nella memoria collettiva del nostro Paese e rappresenta un monito per le future generazioni. Beni preziosi come la libertà e la democrazia portano i segni di tante sofferenze e sono un patrimonio da difendere con l'impegno quotidiano di ognuno di noi. In questo giorno che rinnova il dolore sono vicina ai familiari delle vittime innocenti e a quanti oggi testimonieranno in ogni forma il loro 'no' a una crudeltà che si accanì anche sulle donne e su 130 bambini e che non può e non deve essere dimenticata". Lo dichiara il Presidente del Senato, Maria Elisabetta Alberti Casellati.

Il tweet di Fico: "Un pensiero alle vittime"

"Ricordare l’atroce eccidio nazifascista di #SantAnnadiStazzema significa ricordare fin dove può spingersi la disumanità. Un pensiero alle 560 vittime innocenti e ai loro cari che hanno sofferto e lottato per la verità". Così Roberto Fico, presidente della Camera, su Twitter.

Presente anche il Comune di Rignano sull'Arno

Anche Rignano sull'Arno presente alla Commerazione di Sant'Anna di Stazzema Il gonfalone del Comune rignanese ha accompagnato la tradizionale cerimonia del 12 agosto

Come ogni 12 agosto, una delegazione del Comune di Rignano sull'Arno era presente alla Commerazione di Sant'Anna di Stazzema 🇮🇹

La mattina di 74 anni fa i soldati nazisti - comandati dal generale Max Simon - salirono sul paesino di Stazzema e uccisero a colpi di mitragliatrici 560 persone in una manciata di ore. Oggi i superstiti di quell’eccidio, i loro familiari, le autorità locali e il vicepresidente del parlamento europeo sono salite al monumento Ossario che ricorda quelle vittime.

Il deputato Cosimo Maria Ferri: "Mai più odio"

"Oggi ricorre il 74° Anniversario di una delle stragi piu vigliacche e sanguinose della storia della Seconda Guerra Mondiale, l’eccidio di Sant'Anna di Stazzema. Ricordiamo con commozione ed affetto le 560 persone trucidate e bruciate barbaramente senza scrupoli e senza colpe, di questi ben 130 erano bambini innocenti, vittime di una follia umana chiamata Nazismo! Desidero esprimere la mia vicinanza ai famigliari delle vittime. Sant'Anna è il simbolo concreto di quello che il Nazifascismo è stato per l'umanità: odio, ferocia e crudeltà. Ai nostri giovani dobbiamo trasmettere i valori di libertà e di fratellanza, fare capire quanto sia importante mantenere vivo il ricordo, affinché venga garantita per il futuro pace e stabilità democratica. La memoria, il ricordo sono valori da non perdere mai che aiuteranno a far riflettere le nuove generazioni. Mai più violenza e odio!".

Tutte le notizie di Stazzema

<< Indietro
torna a inizio pagina