Anche Montelupo entra nella famiglia dei grani antichi di Montespertoli: spinta sulle rive della Pesa

grani_antichi_montespertoli_generica_

Il Comune ha approvato l’adesione a “Grani Antichi di Montespertoli”, associazione senza scopo di lucro che opera nel territorio dal 2014. Questo perché l’associazione risponde a dei requisiti cari all’amministrazione comunale, che opera attivamente nel settore ambientale ed ecologico anche per promuovere la salute dei propri cittadini.

L’associazione “Grani Antichi” ha come scopo l’utilizzo sostenibile della terra, la ricreazione e diffusione di una filiera di frumento andata perduta negli ultimi decenni, così come la promozione della coltivazione e l’impiego dei grani antichi nei territori limitrofi al Comune di Montespertoli. Considerando che il Comune di Montelupo utilizza già per il servizio mensa prodotti provenienti da coltivazioni a filiera corta, che ha già intrapreso il percorso verso l’uso esclusivo di prodotti biologici e che, per finalità di difesa idraulica, si trova in possesso di terreni agricoli nella bassa val di Pesa, attualmente affittati ad un’azienda agricola, vede l’adesione all’associazione “Grani antichi” come un’opportunità per integrare gli sforzi di un’amministrazione a sostegno del territorio, della qualità ambientale del torrente Pesa e della sua valle.

Nel 2015 il Comune ha aderito al contratto di fiume del torrente Pesa, che mira ad una gestione unificata e uniforme del corso d’acqua per migliorarne le condizioni e l’aspetto, con un occhio di riguardo alla parte agricolo-paesaggistica. L’adesione all’associazione “Grani antichi”, dunque, si mostra in perfetta armonia con quanto previsto dal contratto di fiume, diventando un altro tassello che va a comporre quel mosaico di iniziative volte alla salvaguardia del territorio e del torrente.

Gli affittuari dei terreni comunali si sono resi disponibili ad attuare una coltura sperimentale a grani antichi e a seguire tutte le normative indicate dall’Associazione per la coltivazione di questo tipo di filiera: non solo, già la coltura attualmente in corso (girasoli) si attiene a queste regole. Il Comune intende dare il buon esempio sulle colture agricole in val di Pesa, oltre a promuovere, insieme al consumo dei prodotti ottenuti da quest’ultima (che verranno impiegati per il servizio mensa), anche iniziative specifiche per combattere lo spreco alimentare, richiedendo la panificazione in piccoli formati e in formati ludici, nel tentativo di invogliare i bambini al consumo del pane.

Il Comune di Montelupo diventerà a tutti gli effetti un socio ordinario dell’associazione “Grani Antichi di Montespertoli”, accettandone lo Statuto, pagandone la quota associativa, impegnandosi a condividerne e a rispettarne i valori fondanti, e impegnandosi parimenti nel dare all’agricoltore, al molino e al panificatore la giusta retribuzione per l’altissima qualità del prodotto ottenuto mediante questa filiera.

Dichiara l’assessore all’ambiente Lorenzo Nesi: “Questo intervento mette insieme la valorizzazione paesaggistica della bassa val di Pesa con l’alimentazione salutare delle persone, facendo attenzione allo spreco alimentare. Invito gli agricoltori, i mugnai, i fornai e i pastifici del nostro territorio a valutare la partecipazione a questo importante progetto”.

Fonte: Comune di Montelupo Fiorentino - Ufficio Stampa

Tutte le notizie di Montelupo Fiorentino

<< Indietro
torna a inizio pagina