Palio con la Montata, Castellina fa il bis di regate

palio_montata_capraia_limite_2018____6

Successo per l’edizione numero 23 del Palio con la Montata di Limite sull'Arno. Sul Lungarno Trento e Trieste e dei Cantieri, ieri sera, gli equipaggi dei quattro Rioni (Di Sopra, Di Sotto, Castellina e Punta) hanno dato vita alla regata che ha regalato numerose emozioni alle tante persone presenti per un appuntamento tradizionale che si collega direttamente alle origini della comunità e al rapporto con il fiume Arno.

A bordo dei gozzi marinari ottocenteschi a banco fisso, con otto rematori più il timoniere e il montatore, che deve salire su un canapo a picco sul fiume sulla cui cima si trova la bandierina da staccare, gli equipaggi si sono sfidati per aggiudicarsi l’ambito Palio. L'edizione 2018 ha sancito il debutto del nuovo Regolamento e il cambiamento delle modalità di svolgimento delle gare. La partenza è avvenuta infatti dai canapi, non più in allineamento, e le imbarcazioni hanno dovuto svolgere un doppio giro di boa, una con avvio in direzione Empoli e l'altra verso Montelupo, prima di tornare ai canapi e far salire il montatore.

Stavolta, le urne hanno sorteggiato una prima batteria tra Di Sopra (colore giallo) e Punta (colore verde) ed una seconda tra Di Sotto (colore rosso) e Castellina (colore azzurro). La finalissima per primo e secondo posto è stata raggiunta dal Di Sopra e dalla Castellina, dopo due semifinali combattute all’ultimo respiro.

In finale terzo e quarto posto, ha vinto il Di Sotto, mentre il Palio con la Montata è stato conquistato dalla Castellina, che ha raggiunto quota 11 nell' albo d’oro delle edizioni svoltesi dal 1996 ad oggi.

Le premiazioni finali si sono tenute in Piazza Fucini, illuminata da Comune e Pro Loco, e a consegnare le medaglie, i premi e lo storico Palio sono stati il sindaco Alessandro Giunti e il presidente della Canottieri Limite Filippo Busoni.

Ieri sera si è svolto anche il mercatino, tra piazza V. Veneto, via Dante, piazza 8 marzo 1944 e via Matteotti, con chiusura del traffico nella via principale. Tra street food, birreria artigianale, "Birrarci" con cibi e birra bavarese, brigidini, crepes, patate fritte, banchi del mercato, l'esibizione di danze caraibiche e "ballerine volanti" della scuola Asd Candela di Limite, i gonfiabili e la musica dj set di Speed Brown-Beat my bass organizzata da Bruno Nardini e la casa del popolo, il cosiddetto “Fierone di Limite” ha dato la possibilità di passeggiare all’aperto e divertirsi.

Alle 21,00, inoltre, il sindaco Giunti e gli ex sindaci Enrico Sostegni, attuale consigliere regionale, e Alessandro Alderighi, hanno tagliato la torta per il Meyer realizzata dalla famiglia Innocenti di Castra per raccogliere fondi per la ricerca. Sono stati totalizzati circa 500 euro, che saranno consegnati all'ospedale pediatrico fiorentino. Si tratta di un'iniziativa giunta alla decima edizione.

“Siamo felici di come si sono svolti il Palio con la Montata e il Mercatino. E' una grande emozione vedere così tante persone per le vie del paese. Ringrazio tutte le associazioni che ci aiutano in maniera preziosa nell'organizzazione, in particolare la Canottieri Limite per il Palio, e posso dire che non ci accontentiamo e ci impegneremo al massimo per un'edizione 2019 ancora più bella e interessante”, commentano il sindaco Alessandro Giunti e l’assessore alla Cultura Rosanna Gallerini.

Fonte: Comune di Capraia e Limite - Ufficio Stampa

Tutte le notizie di Capraia e Limite

<< Indietro
torna a inizio pagina