Elezioni, 'Per una svolta in comune' prosegue la sua fase costituente: il 12 marzo appuntamento a Perignano

Il pubblico che ha partecipato al primo incontro per la costituzione della lista di alternativa 'Per una svolta in comune' lo scorso 6 marzo a Casciana Terme
Il pubblico che ha partecipato al primo incontro per la costituzione della lista di alternativa 'Per una svolta in comune' lo scorso 6 marzo a Casciana Terme

Meercoledì 12 marzo alle 21:15, al Circolo ARCI di Perignano, si svolgerà la seconda assemblea pubblica per la costruzione della Lista di alternativa 'Per una svolta in comune', che concorrerà in autonomia, dal PD e dalla lista civica in formazione, alle elezioni comunali del maggio 2014 nel Comune di Casciana Terme Lari.

'Per una svolta in comune' ha già effettuato un primo incontro con la cittadinanza lo scorso 6 marzo a Casciana Terme, al termine del quale il comitato promotore ha emesso il seguente comunicato stampa che in qualche modo rappresenta il 'manifesto' della lista.

La crisi dell’occupazione e la precarietà del lavoro, ormai sono utilizzate per ridurre i diritti del lavoro ed i salari. Privatizzazioni, esternalizzazioni, costose consulenze esterne, aumento della tassazione per la raccolta e lo smaltimento dei rifiuti, declino delle politiche sociali, culturali e ambientali, abbandono del territorio e riduzione dei servizi, sono il frutto più amaro di quelle politiche di austerità introdotte in Europa e in Italia per salvare banche e speculazione finanziaria.

Questo scenario, anche nel nostro territorio, genera sfiducia, malessere, incertezza e paura. Non aiuta una politica amministrativa sempre più chiusa in se stessa. Un’Amministrazione comunale incapace di ascoltare i bisogni e le sofferenze e che ignora i tanti fermenti economici, sociali e culturali, che cercano di affacciarsi e di contribuire alla vita della nostra comunità.

Un’alternativa però è possibile

C’è bisogno di un Comune democratico e partecipato, accogliente e includente, laico e giusto, sostenibile e solidale, culturalmente aperto e creativo, che rinnovi il senso delle istituzioni democratiche, dopo una fusione imposta ed affrettata. Un Comune dove a decidere non siano le clientele, ma chi ci vive davvero. Un percorso di liberazione da una casta politica compromessa e inaffidabile, che si rigenera nella propria autoreferenzialità.
È possibile oggi, a Casciana Terme Lari, voltare pagina rispetto al passato? A questa domanda possiamo rispondere solo in forma collettiva, mettendoci in gioco tutte e tutti, senza certezze e paracaduti. Casciana Terme Lari chiama

Solo con il contributo di tutti, sarà possibile dare una svolta a queste fallimentari politiche locali. Con questo Appello vogliamo proporre un percorso partecipato di ascolto per la definizione di un programma di alternativa democratica e sociale.
Invitiamo pertanto cittadine e cittadini, associazioni, comitati, movimenti, categorie economiche e sociali, ad assemblee aperte per costruire insieme ed alla luce del sole, un soggetto plurale ed un programma per cambiare in “Comune”!

PRIMI FIRMATARI:

Elena Bendinelli, Marianna Bosco, Anna Brambilla, Luca Cantini, Federico Ceccanti, Roberto Cerretini, Jorgen Stender Clausen, Carla Cocilova, Cinzia Cocilova, Isabella Marzi, Renzo Meini, Daniele Mori, Giancarlo Onor, Paolo Papucci, Andrea Ravera, Paolo Romboli, Gianfranco Scateni, Cristina Serafini,  Marco Seragini, Beatrice Tognetti, Giorgio Virgili

Tutte le notizie di Lari

<< Indietro
torna a inizio pagina