Marianna Bosco, neo mamma e precaria, è la candidata a sindaco di 'Per una svolta in comune'

Marianna Bosco
Marianna Bosco

Giovedì 17 aprile nella saletta del Castello dei Vicari di Lari si è svolta la conferenza stampa per la  presentazione della candidata per la carica di sindaco della lista civica 'Per una svolta in comune' alle amministrative del 25 maggio. Si chiama Marianna Bosco, è nata a Napoli nel  1976, laureata in scienze politiche, precaria e neo mamma.

La scelta è stata il frutto di un lungo ed ambizioso percorso, costituito da partecipati incontri con le  comunità di quasi tutti i centri abitati del nuovo Comune. Tali assemblee sono state luogo di  confronto, condivisione di idee, principi e problematiche, che hanno portato all’individuazione delle  linee guida del nostro programma e all’identificazione del nostro candidato.
Marianna Bosco, che fin da subito ha partecipato e sostenuto questo percorso, è una delle prime  firmatarie dell’appello che è stato lanciato all’inizio di marzo e che denuncia le fallimentari politiche locali. I primi firmatari hanno provenienze ed esperienze diverse, alcuni appartengono al nucleo originario dei comunisti di Lari e Casciana Terme, altri provengono dall’impegno collettivo
in comitati e associazioni; insieme hanno inteso proporre ai cittadini dei due ex Comuni, in vista delle Elezioni Amministrative del nuovo Comune Casciana Terme Lari, un progetto amministrativo in cui si affermassero in primo luogo i diritti delle persone come risposta ai loro bisogni.

L’appello afferma che c’è bisogno di un Comune democratico e partecipato, accogliente e includente, laico e giusto, sostenibile e solidale, culturalmente aperto e creativo, che rinnovi il senso delle istituzioni democratiche dopo una fusione affrettata. Marianna Bosco non solo incarna tutti questi aggettivi ma vuole realizzarli come ha affermato: “in un Comune diretto gestore e erogatore
dei servizi al cittadino, compresi acqua e rifiuti, contrastando la crisi dell’occupazione, la precarietà del lavoro, invertendo decisamente la rotta rispetto alle privatizzazioni e alle esternalizzazioni portate avanti finora da chi ha amministrato ed uscendo da costosi quanto inutili carrozzoni come l’Unione Valdera”. E’ solo con il contributo di tutti che possiamo dare una svolta !!

Fonte: Lista civica 'Per una svolta in comune'

Tutte le notizie di Lari

<< Indietro
torna a inizio pagina