Da shopper a zaino: ecco il progetto vincitore del contest 3DPRINTforAID

E’ TURTLE l’oggetto vincitore di 3DPRINTforAID, il contest lanciato dal marketplace MakeTank(www.maketank.it) e dal portale web Thingarage (www.thingarage.com), con la collaborazione del partner tecnico Vectorealism. Nato dall’idea di selezionare prodotti di utilità sociale realizzati con la tecnica della stampa 3D, 3DPRINTforAID premia TURTLE dello Studio DI·ŸSEGNO di Lucca, una soluzione semplice in grado di trasformare qualsiasi shopper, di cotone o plastica, in uno zaino.

Pensato e ottimizzato per stampa a estrusione e realizzato con 37 grammi di PLA, TURTLE è un accessorio con un’asola centrale, dove ancorare la borsa, e due laterali attraverso le quali far passare delle cinghie di cotone regolabili. Una volta indossato sulle spalle TURTLEtrasforma la nostra shopper bag in uno zaino che possiamo portare ovunque proprio come il guscio di una tartaruga, alla cui forma TURTLE s’ispira. Facilmente personalizzabile (basta cambiare shopper o cinghie), TURTLE può essere autoprodotto.

Il progetto vincitore di 3DPRINTforAID

Il progetto vincitore di 3DPRINTforAID

Da quale idea siete partiti per realizzare TURTLE? “Il brief del contest”, risponde Stefano Giovacchini di Studio DI·ŸSEGNO, “indicava un oggetto che potesse essere di aiuto nelle società occidentali e risolvere un problema nelle nazioni in via di sviluppo. Una sfida apparentemente inconciliabile. Siamo partiti dall'idea di creare qualcosa di veramente semplice, che al tempo stesso potesse risolvere un problema concreto”. Think simple, live simple è il claim che accompagna TURTLE: semplicità e design come si fondono nel vostro lavoro? “Un buon oggetto deve svolgere un compito, risolvere un problema: spesso la soluzione più semplice è la più efficace e anche la più bella. Persino un progetto semplice può essere ricco di contenuti, di potenzialità, e risultare sostenibile”. 

Perché avete scelto di partecipare al contest 3DPRINTforAID? “Il tema del design sociale è sempre stato al centro dei nostri interessi”, prosegueStefano, che ha fondato Studio DI·ŸSEGNO insieme alla sua compagna Silvia Magrini, “io ho partecipato personalmente alla formazione di cooperative sociali che producono design e sono sempre stato affascinato dal design ‘condiviso’ e dall'auto-produzione. Inoltre, da tempo sperimentiamo le potenzialità delle stampanti 3D a basso costo open-source, quindi  il contest ci è parso subito cucito sulle nostre potenzialità”. Sulle spalle di chi, tra un anno, vi piacerebbe vedere TURTLE? “Speriamo possa essere realmente un oggetto utile per paesi in via di sviluppo, o semplicemente meno ricchi di noi. Quindi direi su quelle di qualche scolaresca, magari in Africa!”

Il progetto vincitore di 3DPRINTforAID

Il progetto vincitore di 3DPRINTforAID

"L'oggetto vincitore” aggiunge Laura De Benedetto, co-founder di MakeTank, “unisce in sé un progetto esteticamente curato e pratico perchépensato per alleviare la fatica di chi porta pacchi pesanti rendendoli degli zaini da spalla. Non è un progetto specifico per il Terzo Mondo e questo lo rende ancora più interessante; infatti può essere utile anche per chi, per esempio, in Occidente desidera andare in bicicletta senza zavorreL'innovazione sociale sta facendo nascere un nuovo design? “Nella progettazione odierna, in un mondo pieno di oggetti inutili e ingombranti e di case piccole e vita frenetica, è impossibile non tenere conto di aspetti quali l'essenzialità del design e l'impatto ambientale. Aspetti che ritroviamo nell'oggetto vincitore che è piccolo, leggero e realizzato in PLA (plastica riciclabile)".

La premiazione del vincitore si è tenuta domenica 5 ottobre al Parco della Musica di Roma, in occasione della seconda Maker Faire Rome (3-5 ottobre 2014).

Studio DI·SEGNO nasce nel 2003 dall’unione delle esperienze diverse e complementari di Stefano Giovacchini e Silvia Magrini, compagni nel lavoro e nella vita. DI·SEGNO è stato invitato a partecipare in varie mostre di design internazionale, fra le quali: SALONE SATELLITE a Milano, INTERIUR a Kortrijk (Belgio), SOURCE a Firenze, OPENDESIGN a Venezia. I nostri oggetti sono stati esposti in fiere campionarie a Berlino, Parigi, MIlano. Da sempre DI·SEGNO progetta oggetti unici o prodotti in serie, ma sempre caratterizzati dalla rigorosa semplicità formale e dalla forte personalità.

MakeTank (www.maketank.it) è una startup innovativa di Firenze nata come piattaforma di riferimento per i Digital Maker. Il progetto MakeTank comprende unmarketplace multi-vendor, che abbina alla tradizione artigianale e di design le nuove tecniche di Digital Fabrication (stampa 3D, lasercut, ecc.) e l’Open Source Hardware (Arduino, openPicus, ecc.).

Al marketplace si affiancano un blog bilingue (italiano e inglese), con una redazione professionale impegnata a raccontare i trend della Terza Rivoluzione Industriale e le storie dei nuovi Maker e i principali canali social (Facebook, twitter, ecc.). Ad oggi hanno aderito al progetto MakeTank oltre 100 Maker che propongono circa 1.000 oggetti innovativi ed esteticamente belli per rendere speciale il proprio look, esclusiva l'abitazione e fare un regalo originale. MakeTank ha vinto TechGarage, startup competition della prima Maker Faire Europe ed è stata selezionata tra le otto startup italiane invitate a partecipare all’Italian Innovation Day promosso dalla fondazione Mind The Bridge di San Francisco. Wired Italia ha inserito MakeTank tra le 50 startup più promettenti del 2013. 

MakeTank |press: anna d’amico - +39 347 8691998 - press@maketank.it  - www.maketank.it

Fonte: Ufficio Stampa

Tutte le notizie di Lucca

<< Indietro
torna a inizio pagina