“Reuso”, in San Lorenzo il convegno mondiale sul recupero del patrimonio architettonico e sulla tutela paesaggistica

Restauratori al lavoro
Restauratori al lavoro

Duecento studiosi provenienti da nove nazioni, cinque tematiche affrontate in quattro giorni di studio. Sono alcune cifre che fotografano “Reuso”, il secondo convegno internazionale sulla documentazione, conservazione e recupero del patrimonio architettonico e sulla tutela paesaggistica che sarà ospitato nei locali della parrocchia di San Lorenzo dal 6 al 9 novembre prossimi.

Il Comitato organizzatore è composto dai docenti del dipartimento di Architettura dell'Università degli Studi di Firenze: Silvio Van Riel, Stefano Bertocci, Fauzia Farneti, Maurizio De Vita, Mario De Stefano e Giovanni Minutoli.

I partecipanti provengono da esperienze oltremodo diversificate seppure sempre di alto profilo: docenti, ricercatori, liberi professionisti e dirigenti dell’amministrazione pubblica. Le cinque tematiche attorno alle quali il convegno, organizzato dal Dipartimento di Architettura dell’Università di Firenze e dalla Escuela Técnica Superior de Arquitectura dell’Universidad Politécnica de Madrid, non solo toccano alcuni aspetti nodali della “cultura del restauro e della valorizzazione” in generale, ma bene restituiscono le urgenze e i problemi che oggi siamo chiamati ad affrontare, rendendo l’incontro un effettivo momento di riflessione sullo scenario attuale e sulle possibili prospettive future, e quindi un reale “percorso internazionale di conoscenza”, come il titolo di queste giornate sottolinea.

“Quello che sarà ospitato in San Lorenzo è il secondo appuntamento del genere, dopo di  Madrid nel 2013 – spiega Enrico Bocci , Presidente dell’Opera Medicea Laurenziana -. Siamo ovviamente molto felici di avere con noi tanti studiosi ed esperti. Siamo convinti che potersi confrontare in un luogo come San Lorenzo agevolerà i lavori del convegno”.

 La scheda del convegno

Fonte: Ufficio stampa

Tutte le notizie di Firenze

<< Indietro
torna a inizio pagina