Ruffilli (Lida) a Nardella: "Basta far lavorare i cavalli nelle ore torride"

buti_palio_cavallo

Di seguito la lettera aperta di Serena Ruffilli della Lega Italiana dei Diritti dell'Animale al Sindaco di Firenze Nardella sull'ordinanza straordinaria per divieto di lavoro dei cavalli da traino.

"Il Suo silenzio a volte è davvero assordante. Duole fare nuovamente presente che un cenno di risposta alle associazioni e ai cittadini che si preoccupano per la salute degli animali non umani oltre che di quelli umani, sarebbe un gesto civile e molto apprezzato. 

La metto a conoscenza dell'ennesima segnalazione ricevuta per i cavalli di Piazza Signoria e un trafiletto stampa sulle disposizioni comunali per il Codice Rosso, disposizioni che che ovviamente vorranno mettere al sicuro solamente quegli esseri viventi che si spostano su due gambe e non su 4, come se il caldo colpisse solo i primi, ma non certo i secondi. 

Personalmente mi sono anche stancata di scriverLe, non amo i monologhi, pertanto sarà la mia ultima mail.

Le rinnovo la richiesta (più volte inviata e sostenuta anche da altre regioni - gli attivisti mi passano i carteggi per conoscenza e nessuno di loro può mai godere di un Suo tanto atteso cenno di risposta - a dimostrazione della bella figura che facciamo anche al di fuori dal contesto cittadino) di emettere al più presto un'ordinanza straordinaria con divieto di lavoro per i cavalli da traino nelle ore più torride; la prossima lettera altrimenti la riceverà dal nostro ufficio legale, magari all'avvocato farà la fatica di rispondere". 

Serena Ruffilli, Presidente L.I.D.A. Firenze Onlus

Tutte le notizie di Firenze

<< Indietro
torna a inizio pagina