Un video per spiegare 'Pinocchio e il gioco del cerchio' di Marcello Scarselli

(foto gonews.it)
(foto gonews.it)


Il Comune di San Miniato e la frazione di San Miniato Basso (già Pinocchio) rimangono sempre più attaccato alle proprie tradizioni. Oggi in Sala del Consiglio è stato presentato il video che racconta l’opera inaugurata il 9 giugno, vale a dire ‘Pinocchio e il gioco del cerchio’ di Marcello Scarselli, installata alla rotonda all’ingresso della cittadina. Il video - realizzato da Vyacheslav Zakharov - racconta la realizzazione dell’opera attraverso lo sguardo e i ricordi di Marcello Scarselli, che fin da piccolo era legato a San Miniato ella figura di Pinocchio grazie ai racconti del nonno. Nel filmato si vedono le fasi di realizzazione dell’opera ma c’è ampio spazio anche per l’inaugurazione della stessa.

Grande soddisfazione da parte del maestro Scarselli, che ha donato anche un modellino in bronzo al sindaco Vittorio Gabbanini. "Un Pinocchio diverso, è un Pinocchio sognante e non gesticolante come siamo abituati a vedere. La storia è stata raccontata molto bene visivamente, per me è stato determinante il mio background. Ho sempre sognato grazie a mio nonno sulla figura di Pinocchio e questo mi ha permesso di raccontare tutta la mia infanzia attraverso il gioco del cerchio. Ringrazio commercianti e Comune per l’opportunità che mi è stata data” ha detto infatti Scarselli a cui ha fatto eco il regista, il cui video verrà messo a disposizione di tutti verosimilmente sul sito del Comune: “Ogni lavoro è sempre qualcosa che si inizia senza sapere cosa si va a realizzare, io non sapevo che aspetto avrebbe avuto né l’opera né il mio video, si tratta di qualcosa di organico”.

Filippo Lotti, Fondazione San Miniato Promozione, ha ringraziato i commercianti e l’amministrazione comunale per la realizzazione dell’opera e non solo: “Parlo anche del mettersi insieme dando ognuno una parte di sé, grande o piccola che fosse. Abbiamo regalato così un’opera permanente a San Miniato, che è casa mia e quindi sono doppiamente contento. Spero vivamente che gli altri paesi del territorio prendano ad esempio questa operazione, quindi che si mettano insieme per realizzare qualcosa di importante. Ci tenevo a presentare questo video perché Slava (Zakharov , N.d.R.) e Scarselli sono due persone brave e umane, soprattutto intelligenti”.

Belle parole anche da parte di Erika Provvedi del Centro Commerciale Naturale e di Ilaria Nieri della Consulta. “Ringrazio tutti i commercianti del CCN e l’amministrazione che ci ha reso partecipi nel mettere il nostro nome in calce alla storia di San Miniato” ha affermato Provvedi mentre Nieri ha voluto elogiare l’attaccamento alle tradizioni: “Come Consulta dico che è stato scritto un grosso capitolo di storia, il 9 giugno siamo tornati ‘Pinocchio’ e abbiamo avuto l’inaugurazione di questa bellissima scultura a cui ha fatto seguito un video che è la testimonianza di quello che hanno voluto tutti i pinocchio e tutti i samminiatesi. Abbiamo visto una grande sinergia tra tutte le parti”.

Infine la parola è passata al sindaco Gabbanini che ha detto di voler mettere il modellino di Scarselli nel proprio studio e ha speso parole d’elogio per l’opera: “C’è soddisfazione da parte dell’amministrazione comunale, abbiamo fatto una cosa che rimarrà alla storia ritrovando le nostre tradizioni. Abbiamo ridato a San Miniato Basso le sue origini, la comunità pinocchina è importante e ha il cuore di mettersi assieme per il suo territorio. Abbiamo ritrovato la nostra identità e di questo devo ringraziare Scarselli per la sua opera. Da tempo pensavamo di fare qualcosa per la rotonda, siamo contenti di aver coniugato la bravura di un grande artista con lo spirito di Pinocchio e con le esigenze di San Miniato Basso e di aver creato questo fiore all’occhiello per il Comune. Un grande grazie anche ai commercianti che hanno dato una grossa mano e hanno dato un segnale grosso, spero che molte frazioni possano raccogliere questi frutti”.

Gianmarco Lotti

Tutte le notizie di San Miniato

<< Indietro
torna a inizio pagina