Visionaria International Film Festival si chiude con un ex-aequo

foto di archivio
foto di archivio

Un ex-aequo assegnato sul filo del rasoio sul gradino più alto del podio della 23esima edizione di Visionaria International Film Festival. E’ il verdetto della giuria che ha deciso di premiare: “Xenox” del regista egiziano Mahdi Fleifel e “Penance” del regista turco Ali Kişlar. Sono loro i film vincitori di questa fortunata edizione della rassegna diretta da Giuseppe Gori Savellini e dedicata al tema: “L'arte, la resistenza, la fuga” che quest’anno per la prima volta si è svolta in Valdelsa a San Gimignano e a a Poggibonsi. Ma il festival internazionale del cortometraggio come nella tradizione ha anche assegnato altri importanti riconoscimenti: la menzione speciale della giuria è andata a  “A Love Story” di Anushka Kishani Naanayakkara (UK), mentre il Premio GranVisionario assegnato dal pubblico è andato a “Afraid of the dark” di Øyvind Mikkelsen Saugerud (Norvegia). Nella sezione VisionArt, invece, dedicata alla videoarte ha vinto “Vegetation walk” di Anouk Chambaz e Julija Paškevičiūtė (Lussemburgo). “Ricorderemo questa 23esima edizione per aver costruito nuovi e importanti rapporti sul territorio in questo caso in Valdelsa e verso l’esterno - ha dichiarato il direttore artistico di Visionaria Giuseppe Gori Savellini - anche in quest’anno il pubblico e le istituzioni hanno risposto con entusiasmo e abbiamo avuto feedback estremamente positivi sulla qualità tecnica e tematica dei corti in gara e sulla bontà dei film che abbiamo proposto spesso in anteprima nazionale. La selezione che abbiamo fatto delle opere in gara ha messo particolarmente in difficoltà la giuria di esperti composta da Cristina Mantis, Giulio Kirchmayr, Maria Cristina Addis, Mario Lorini e Giovanna Maria Rossi che si è confrontata a lungo prima di proclamare i vincitori. E alla fine ha deciso di premiare due piccoli capolavori ma anche di dare una menzione d’onore. Insomma, nel nostro festival, non c’è stato un solo trionfatore ma tanti talentuosi vincitori. E non poteva non essere altrimenti in questa edizione di Visionaria che regalato al pubblico nuove emozioni non solo attraverso il cinema di qualità ma anche attraverso la danza con i Motus e la musica dal vivo delle De' Soda Sisters”.

Visionaria International Film Festival è una produzione dell’Associazione Culturale Visionaria realizzata con il contributo di Comune di San Gimignano, Comune di Poggibonsi, Fondazione Elsa, Università di Siena, Prima, Sienambiente, Alcide Albergo e Ristorante e in collaborazione con Balkan Florence Express, Kiné, Campo e Controcampo, Musei Civici di San Gimignano e Opera Laboratori Fiorentini

Fonte: Ufficio Stampa

Tutte le notizie di San Gimignano

<< Indietro
torna a inizio pagina