Biennale della Scuola, il convegno sulla dispersione scolastica al teatro Niccolini

magnetica_scuola_che_non_disperde_

Biennale della Scuola, il convegno sulla dispersione scolastica al teatro Niccolini


Al centro di riforme, dibattiti, confronti, la scuola è da sempre luogo d’elezione per la formazione dell’individuo dai primi anni di vita fino all’inserimento nel mondo professionale. Un ruolo strategico al quale Fondazione Cassa di Risparmio di Firenze dedica una crescente attenzione che ha portato alla progettazione di un nuovo cantiere di lavoro: ‘La Biennale della Scuola’. Un evento dal respiro internazionale che, da Firenze, dove la Fondazione ha sede, intende fare il punto e aprire la discussione sui temi più caldi e attuali di questo ambito così importante per la società. La Biennale debutta col convegno ‘Magnetica. La scuola che non disperde’ che si svolgerà giovedì 24 novembre (ore 9) al Teatro Niccolini di Firenze (Via Ricasoli 3) al quale parteciperà un parterre di esperti, studiosi e relatori istituzionali nazionali ed europei. La manifestazione è promossa in collaborazione col Ministero dell’ Istruzione, dell’Università e della Ricerca-Ufficio Scolastico Regionale per la Toscana e ha il patrocinio di Regione Toscana e Comune di Firenze.

Al centro dei lavori, animati dallo scriber Roberto Malpensa, una riflessione sul fenomeno della dispersione scolastica e formativa, già all’attenzione della Fondazione che dal 2015 ha avviato il progetto triennale e diretto “NoOut” sul territorio toscano. ‘Magnetica’, attraverso un’analisi sulle buone pratiche e sui modelli educativi attuati in Italia e in Europa, si propone di individuare strategie d’azione utili per il futuro. Nel corso della giornata, dal MIUR (Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca) al Cedefop (Centro europeo per lo sviluppo della formazione professionale; agenzia decentrata dell'UE) e dall’esperienza francese del circo educativo a quella italiana di alcune realtà al margine, sarà illustrato l’ampio spettro delle componenti che animano la comunità scolastica.

Per l’occasione il Cedefop (http://www.cedefop.europa.eu/) presenterà in anteprima i risultati dello studio durato quattro anni sul fenomeno della dispersione in Europa. L’Agenzia con sede a Salonicco, presenterà anche una demo del pacchetto europeo di strumenti elettronici a sostegno delle politiche di contrasto all'abbandono scolastico precoce tramite la formazione professionale.

Apriranno i lavori il Direttore Generale di Fondazione Cr Firenze Gabriele Gori e la referente dei Progetti istituzionali strategici Chiara Mannoni. Assieme al Sottosegretario alla Pubblica Istruzione Gabriele Toccafondi, all’assessore all’Istruzione della Regione Toscana Cristina Grieco, al Vice Sindaco e assessore all’istruzione del Comune di Firenze Cristina Giachi, intervengono Irene Psifidou, esperta del Cedefop, il Direttore generale dell’Ufficio scolastico regionale Domenico Petruzzo e Anna Grimaldi dell’ISFOL.

Conclude la sessione una tavola rotonda sul tema ‘La scuola che sogniamo: stimoli e visioni per il cambiamento’, moderata dal giornalista del Sole 24 ore Claudio Tucci, che vedrà, tra i relatori, Leonardo Alessi della FISM Toscana, Hugues Hotier dell’Università di Bordeaux e fondatore del Circo Educativo e Thomas Spielhofer del Tavistock Institute of Human Relations di Londra. Conclude la manifestazione (verso le 17.30) la proiezione del film ‘Educazione affettiva’ di Federico Bondi e Clemente Bicocchi.

Programma e iscrizioni: fondazionecrfirenze.it/magnetica – Segreteria 055 5384011

Fonte: Fondazione Cr Firenze

Tutte le notizie di Firenze

<< Indietro
torna a inizio pagina