Insediamento abusivo all'Interporto di San Donato: si tratta di un rave party

(foto Maurizio Zini per Easy News Press Agency)
(foto Maurizio Zini per Easy News Press Agency)

Un ultimo dell'anno particolare per San Miniato e, in questo caso, per San Donato. Si è registrato questa mattina, sabato 31 dicembre, un insediamento abusivo all'Interporto, nello stabile incompleto ai lati della ferrovia. Sul posto fin da subito sono intervenuti carabinieri e polizia municipale per cercare di risolvere il problema e la strada di accesso all'Interporto è stata transennata fin dall'inizio.

Stando alle prime ricostruzioni alcune persone con tanto di veicoli e roulotte si sono stabilite nella zona fin dalle prime ore della mattina, sembrerebbe per un rave party dato che dalle zone vicine era udibile una musica techno ad alto volume. Già in passato quella costruzione è stata presa di mira come alloggio abusivo.

Traffico in tilt

La Zona dell'Interporto risulta quindi chiuso e anche l'accesso da via di Pruneta (quindi da Ponte a Egola) non è percorribile. Verso le 12 il traffico non è stato ristabilito normalmente e si registrano ingorghi nell'area nei pressi dell'Interporto.

Duecento persone

Circa duecento le persone all'interno del capannone accanto alla ferrovia, non nuovo a questo tipo di insediamenti. Carabinieri e polizia municipale di San Miniato (sul luogo assieme ai volontari della Pubblica Assistenza di Santa Croce e della Misericordia) hanno chiuso le vie di accesso e sono al lavoro per identificare i veicoli in uscita. Le forze dell'ordine e l'amministrazione comunale sono comunque in contatto per capire come agire. C'è la volontà di sgomberare l'area entro la serata di oggi, sabato 31 dicembre, in modo tale da passare un Capodanno tranquillo.

Tutte le notizie di San Miniato

<< Indietro
torna a inizio pagina