Marcello Piacenti ha ricevuto l’ARTOUR-O d’Argento 2017 a Firenze

piacenti artour argento

Marcello Piacenti ha ricevuto l’ARTOUR-O d’Argento 2017. Nella cornice di Villa Le Rondini, sede consolidata dalle passate edizioni del MUST, l’architetto Tiziana Leopizzi, ideatrice e curatrice di ARTOUR-O il MUST, ha consegnato a Marcello Piacenti la targa di ARTOUR-O d’Argento 2017.

Il riconoscimento, dedicato a tutti coloro che hanno fatto dell’arte il proprio sistema di vita e motore di economia, e condividono la propria passione con la comunità, contribuendo così ad arricchirla emotivamente e culturalmente, è il momento più importante delle edizioni di ARTOUR-O il MUST.

La sette giorni fiorentina, appena conclusasi, si è articolata come ogni anno in diverse sezioni e in diversi spazi e luoghi della città, con l’obiettivo di sottolineare come l’arte contemporanea affondi le proprie radici nell’illustre passato del nostro Paese.

L’edizione 2017, sotto l’egida della madrina Monica Baldi, si è articolata in diversi luoghi, ognuno con un’inaugurazione di prestigio: da ASP Firenze Montedomini che ha aperto al popolo del MUST le porte dei suoi ambienti ricchi di storia, all’Ippodromo del Visarno dove grazie a Carlo Meli di San Felice srl l’arte è entrata per la prima volta in una struttura del genere, fino al cenacolo di Ognissanti e al chiostro monumentale, dove gli artisti contemporanei hanno dialogato di fronte a capolavori come il cenacolo del Ghirlandaio e dove si sono svolti i focus che hanno animato una fervida discussione intorno ai temi dell’arte e della committenza.

La particolare attenzione del progetto di ARTOUR-O il MUST alla Committenza odierna discende da questo pensiero, sottolineando il rapporto tra arte, istituzioni e imprese. La storia dell’arte e dell’architettura sono “strumenti” assolutamente straordinari di comunicazione, a maggior ragione quando entrano in dialogo con l’arte contemporanea, il design e sound design, la musica, la moda e l’alimentazione.

Il premio consegnato a Marcello Piacenti va proprio in questa direzione: “I committenti hanno cuore il bene di tutta la società, oltre al loro - sottolinea l’architetto Tiziana Leopizzi - Sono persone illuminate che con il loro impegno quotidiano rendono migliore la nostra comunità e che hanno scelto l’arte come chiave di comunicazione e motore della propria economia”.

Marcello Piacenti è direttore di Produzione e Direttore Tecnico della Piacenti SpA, azienda con sede a Prato della quale è socio e che svolge attività di progettazione, esecuzione e valorizzazione nel campo del restauro e della conservazione di beni di interesse storico-artistico monumentali e archeologici.
Piacenti SpA nasce da una lunghissima tradizione artigiana attestata già nel 1875. Nel tempo l’azienda si è evoluta in una struttura articolata, che unisce l’eredità tecnica della tradizione artigiana alla ricerca scientifica più aggiornata nel massimo rispetto per i principi della moderna teoria del restauro e per gli standard qualitativi e di sicurezza.

Marcello Piacenti, con 43 anni di attività in qualità di restauratore, avvia la sua carriera in bottega ereditando la passione e il talento dai suoi maestri, tra cui il nonno Geremia, il padre Gianfranco e il restauratore Leonetto Tintori.

Attualmente è impegnato nel recupero di beni culturali ad artistici in cantiere di elevato prestigio e siti di Unesco, come la Chiesa della Natività di Betlemme ed il museo degli Uffizi di Firenze.

Alleghiamo di seguito alcuni link del film doc da noi realizzato sul Restauro della Natività di Betlemme (due trailer e il documentario integrale con sottotitoli in inglese).

Fonte: Ufficio Stampa

Tutte le notizie di Firenze

<< Indietro
torna a inizio pagina