Iniziative per i 500 anni dalla morte di Leonardo da Vinci, approvata la mozione di Sostegni (PD)

Enrico Sostegni (foto gonews.it)
Enrico Sostegni (foto gonews.it)

Celebrare in maniera adeguata il cinquecentenario della morte di Leonardo da Vinci, promuovendo la costituzione di un Comitato interistituzionale permanente che comprenda soggetti istituzionali, studiosi e associazioni per il coordinamento e lo sviluppo delle varie iniziative che si svolgeranno a livello territoriale e prevedendo all’interno degli strumenti della programmazione regionale uno stanziamento di almeno 500mila euro.

È quanto chiede una mozione presentata dal consigliere regionale Enrico Sostegni e approvata oggi dall’aula, nella quale si definisce anche una collaborazione «con la Giunta e il Consiglio regionale della Lombardia, regione nella quale è custodita un’ampia memoria del genio leonardiano, per effettuare e promuovere iniziative congiunte aventi come finalità quella di dare maggior risalto possibile alla ricorrenza e alla figura del genio». Proprio nei giorni scorsi l’Assemblea lombarda ha approvato con voto unanime un’analoga mozione, nata dalla collaborazione tra lo stesso Sostegni ed il consigliere della Lombardia Fabio Pizzul.

Per Sostegni «occorre un impegno congiunto e convinto anche delle istituzioni per rafforzare il legame indissolubile tra Leonardo e la Toscana, sia perché l’artista ha avuto qui i natali sia perché la sua opera sarà sempre collegata alle influenze che il clima del Rinascimento fiorentino ha avuto su di lui e del quale egli stesso è stato fautore».

Proprio per questo legame «è opportuno promuovere l’organizzazione di iniziative collegate alle “Celebrazioni Leonardiane”, già previste nel “Programma regionale di sviluppo”, anche attraverso un coordinamento fra i vari soggetti dei territori interessati», aggiunge Sostegni ricordando che l’evento avrà importanti ricadute culturali e turistiche anche a livello nazionale.

Soddisfazione per l’approvazione della mozione è stata espressa anche dal sindaco di Vinci, Giuseppe Torchia: «Leonardo da Vinci – ha dichiarato - è sicuramente un patrimonio dell’umanità ma è anche la figura storica che più di ogni altra rappresenta lo stile ed il genio toscano. L’origine del genio è in toscana. Per tali ragioni penso che le celebrazioni cinquecentesimo della morte di Leonardo, nel 2019, possono trasformarsi in una grande occasione di promozione culturale e turistica delle nostra Regione e delle diverse città toscane legate al grande genio. In particolare penso alla Città di Vinci, Firenze, Anghiari, Piombino e tante altre.  Il Comune di Vinci, con i Comuni dell’Unione dei Comuni del Circondario Empolese-Valdelsa, sta lavorando da tempo all’organizzazione delle celebrazioni. Per il 2019 abbiamo già messo in cantiere una serie di iniziative e manifestazioni di carattere culturale e di valorizzazione del territorio. Partendo dall’esposizione del Paesaggio di Leonardo che si terrà a Vinci. Considerata l’importanza dell’evento, che avrà sostanziali ricadute culturali e turistiche in tutto il Paese, anche il Parlamento ha approvato una legge con la quale istituisce un comitato nazionale per le celebrazioni ed individua le risorse necessarie. Pertanto valuto molto positivamente l’iniziativa del Consiglio regionale, che attraverso lo strumento della mozione, impegna la Giunta ad adoperarsi a stanziare delle risorse e farsi promotore d’iniziative di coordinamento delle diverse attività legate alle celebrazioni».

Fonte: Gruppo Partito Democratico Consiglio Regionale della Toscana - Ufficio stampa

Tutte le notizie di Vinci

<< Indietro
torna a inizio pagina