di Matteo Corsini Chi sono e il mio blog

Agricola Tamburini - Il Moraccio Sangiovese IGT 2016: equilibrio e armonia

Torniamo in questo articolo a parlare di Sangiovese, pilastro della viticoltura e dell’enologia Toscana. Come abbiamo già visto, è un vitigno eclettico ma mai semplice o banale. Diffusissimo in tutta l’Italia centrale, dalla Romagna al Lazio, è sulle nostre morbide colline che si esprime al meglio, dando origine a vini di assoluta eccellenza. Conosciutissimo e […]


Leggi tutto
podere ghisone

Podere Ghisone - 1797 Chianti Riserva Docg 2015: l'esaltazione del Sangiovese

È un tardo pomeriggio di metà agosto, raffrescato da una leggera tramontana, quando Luca Nesi mi accoglie sul terrazzo della sua tenuta, Podere Ghisone. Situato poco fuori Montespertoli, a due passi da Lucardo, Podere Ghisone deve il nome alla località in cui si trova, un caratteristico borgo rurale di poche case, affacciato sulla Valle del […]


Leggi tutto

Quei 2 – Le Casine IGT Toscana Bianco 2017: la personalità inaspettata del Trebbiano

Mi piacciono i vini che hanno una vena anarchica, controcorrente, dal carattere fiero e un po’ ribelle, sono quelli che più trasmettono emozioni, che rimangono impressi nella mente. Il vino di cui scrivo oggi è uno di quelli. Partiamo dal principio; siamo all’inizio del decennio appena terminato, Alessandro e Martina Faggioli sono entrambi ingegneri meccanici […]


Leggi tutto

Di vigne abbandonate e vini arcaici: il progetto dei Vignaioli Urbani (Mistici)

Probabilmente molti di voi ne ignorano l’esistenza, alcuni forse l’avranno notata di sfuggita percorrendo Via Livornese in direzione del centro, eppure ad Empoli, nel quartiere di Santa Maria, all’ombra del convento, circondata da strade, case e condomini c’è una vigna. Ed è lì da tanto, da più di quanto chiunque si ricordi. E’ stata messa […]


Leggi tutto

Gran Selezione e Terre di Vinci, le controversie sul disciplinare Chianti

Si torna a parlare di modifiche al disciplinare del Chianti DOCG, ad appena tre mesi dall’ultimo ritocco che ha spostato verso l’alto il limite massimo del residuo zuccherino ammesso, e lo si fa sempre strizzando l’occhio ai mercati esteri, in particolar modo quello statunitense e quello cinese, piazza quest’ultima dalle enormi potenzialità, ma di difficile […]


Leggi tutto
Articoli antecedenti »