Eventi pubblici e sicurezza, il convegno al Cenacolo degli Agostiniani

La sicurezza delle pubbliche manifestazioni convegno brenda barnini cenacolo 055

Sagre, feste di paese,  festival, ma anche concerti e teatro all’aperto; poi ancora manifestazioni e cortei. Eventi che sono all’ordine del giorno o quasi e che coinvolgono vari soggetti, dai Comuni alle forze dell’ordine, dalle associazioni organizzatrici a migliaia di cittadini che vi partecipano. Se ne è parlato questa mattina, al Cenacolo degli Agostiniani, in un seminario di aggiornamento sulle ultime circolari e direttive ministeriali: un focus sui possibili provvedimenti relativi alla sicurezza delle pubbliche manifestazioni.

L’incontro, che ha fatto registrare subito il tutto esaurito con una sala piena, era rivolto a dirigenti, responsabili e funzionari di enti pubblici, organi di polizia, operatori di giustizia, legali, organizzatori di eventi e manifestazioni in generale. Era promosso da ASEV, in collaborazione con  Psa Group, le due realtà hanno preparato una serie di corsi e seminari sull’argomento che fanno parte del progetto ‘Scuola di formazione per la polizia locale’.

Fra gli argomenti la sicurezza integrata significa coniugare i profili della security , che attiene all'ordine e alla sicurezza pubblica, con quelli della safety intesa come l'insieme delle misure a tutela della incolumità delle persone, affinchè entrambi abbiano un pari rilievo nella gestione delle manifestazioni pubbliche.

A seguito dei fatti di Torino di giugno 2017 nei quali un episodio di panico collettivo ha provocato ben 1.527 feriti, 3 dei quali gravi, uno successivamente morto, il Ministero dell’Interno ha emesso tre circolari e successivamente una direttiva in materia di sicurezza delle pubbliche manifestazioni.

«Come Comune di Empoli – spiega il sindaco Brenda Barnini, che ha aperto la mattinata insieme al questore Alberto Intini e alla vice prefetto di Firenze Tiziana Tombesi – abbiamo sempre adottato degli strumenti di prevenzione e cooordinamento tra tutti i soggetti che hanno responsabilità. Quindi l’amministrazione comunale, le forze dell’ordine e la polizia municipale, ma  anche prefettura e questura in caso di manifestazione ad alto rischio. Non è un caso se questo evento formativo sia estremamente partecipato. È importante capire che non tutti gli eventi possono essere messi sullo stesso piano. La sagra della frazione o la festa di una piccola associazione non possono essere assimilate al grande concerto a cui partecipano decine di migliaia di persone Garantire sicurezza e pacifico svolgimento delle manifestazioni - ha evidenziato il sindaco - come di fatto si è già verificato nei recenti eventi a grande afflusso di pubblico che hanno interessato la nostra città, richiede sempre cooperazione e dialogo tra le varie componenti del sistema di sicurezza».

Le circolari e la direttiva del Ministero suddividono gli aspetti di sicurezza in safety e security, definendo quindi gli aspetti di safety che sono a carico degli organizzatori e che possono ricadere, in parte o in tutto, sui Comuni. Lo scopo del seminario era quello di mettere in condizione tanto gli organizzatori quanto chi rilascia le autorizzazioni di avere un quadro chiaro delle norme da rispettare, inquadrando correttamente la manifestazione con riferimento particolare agli aspetti di safety, suggerendo metodi di valutazione dei rischi attenti al bilanciamento fra necessità di sicurezza e costi, individuando le misure da adottare che consentano l'effettuazione della manifestazione, contemporaneamente tutelando, oltre agli utenti, gli organizzatori e il Comune. Nel seminario è stato trattato anche il tema delle responsabilità, di vario tipo, che incombono sia sugli organizzatori che sull’ente locale che autorizza.

Ha moderato la mattinata Annalisa Maritan, Comandante Polizia Municipale Unione Comuni Empolese Valdelsa; sono intervenuti Sergio Bedessi, esperto in sicurezza urbana, già comandante di polizia locale, direttore A.P.P.L. di P.S.A. Group; Fabio Piccioni, avvocato penalista, docente alla scuola di specializzaizone per le professioni legali; Oronzo Panebianco, architetto, esperto di formazione per la sicurezza, e coordinatore per la sicurezza di eventi e fiere; Paola Rossellini, funzionario apicale macrostruttura affari generali del Comune di Cascina, esperta in materia di commercio, pubblici esercizi e TULPS.

Fonte: Comune di Empoli - Ufficio Stampa

Tutte le notizie di Empoli

<< Indietro

loading...
torna a inizio pagina