A Cecina i cento libri tridimensionali raccolti da Massimo Missiroli


Cento libri animati, dagli anni Trenta chiamati ‘libri pop-up’, saranno in mostra a Cecina a partire da venerdì 8 dicembre. L’esposizione ‘Pop-Up la magia dei libri’, è organizzata dalla Fondazione Geiger e sarà visitabile a ingresso gratuito nelle sale espositive della Fondazione, in piazza Guerrazzi, 32, fino al 18 febbraio. Opere di particolari testi illustrati, appartenenti alla collezione di Massimo Missiroli, che ne ha raccolti circa tremila, permetteranno di compiere un percorso nel tempo per rivivere la sorpresa e lo stupore generati dall’apertura dei volumi tridimensionali attraverso le epoche: i primi furono creati nella seconda metà dell’Ottocento e solo dagli anni Trenta del secolo scorso si cominciò a chiamarli libri ‘pop-up’, partendo con una edizione di ‘Pinocchio’, che sarà tra le opere in mostra a Cecina. “Potremo ammirare libri che hanno una propria radice storica, e ci mostrano tratti originali di creatività artistica. Non mancherò di visitare la mostra”, ha dichiarato il presidente del Consiglio regionale Eugenio Giani, facendo esplicito riferimento a quel “libro di Pinocchio che arriva dagli Stati Uniti”. Secondo il presidente, la mostra “conferma le qualità della Fondazione Geiger, la cui attività di promozione culturale ha marcate caratteristiche di innovazione”.

I primi tentativi e le prime forme di libro animato risalgono peraltro più indietro nel tempo: opere per uso scientifico realizzate tra Medioevo e Rinascimento. Nell’esposizione che si apre l’8 dicembre sarà possibile ammirare più di cento opere di cartotecnica, nelle quali complesse armonie di meccanismi e pieghe danno vita a illustrazioni animate. Una parte di queste opere è stata in mostra al Bologna Children’s Book Fair, grande fiera di editoria per l’infanzia, dove in tre giorni ha avuto 8mila visitatori e ad aprile 2018 sarà ospitata in una fiera analoga negli Emirati Arabi.

Alla conferenza stampa sono intervenuti anche il presidente della Fondazione Culturale Hermann Geiger, Roberto FerriGiulia Santi, coordinatrice della mostra, e Matteo Faglia, che con Missiroli ha già lavorato all’esposizione di Bologna.

Fonte: Toscana Consiglio Regionale

Tutte le notizie di Cecina

<< Indietro

loading...
torna a inizio pagina