Il Comune di Cerreto Guidi accanto alla popolazione palestinese. I punto all'ordine del giorno

razan-al-najjar-twitter-sk

Lunedì 4 giugno il Consiglio Comunale di Cerreto Guidi ha approvato, con i voti di Rosso Cerreto, PD e Movimento 5 Stelle, l’Ordine del Giorno presentato da Vladimiro Spinelli capogruppo di Rosso Cerreto ed esponente del PCI.

Con questo OdG, la massima istituzione del Comune, rappresentativa del voto popolare, ha espresso sdegno e dolore per la morte dei civili palestinesi a Gaza e nel resto del territorio palestinese, si è unita e impegnata a sostenere tutte le istituzioni che chiedono un’indagine indipendente e trasparente delle Nazioni Unite per determinarne le responsabilità, ha invitato il Governo italiano, a convocare l’ambasciatore d’Israele per presentargli formali contestazioni per la violazione dei diritti umani e l’ingiustificata violenta reazione che il Governo israeliano mette in atto nei confronti dei cittadini palestinesi.

Ha impegnato il Sindaco e il Comune di Cerreto Guidi:

  • a chiedere al Parlamento la cessazione di ogni rapporto militare, di vendita e scambio di materiale bellico con lo Stato di Israele;
  • ad aderire, come hanno già fatto molte personalità del mondo della cultura e dello spettacolo, organizzazioni, associazioni e municipalità italiane e straniere – ultimo in ordine di data il Comune di Dublino – all’appello della Società Civile Palestinese al boicottaggio, al ritiro degli investimenti e all’applicazione di sanzioni contro lo Stato di Israele, fino a quando questo non rispetterà il Diritto Internazionale ed i Principi Universali dei Diritti dell’Uomo;
  • a promuovere iniziative di solidarietà con la lotta del popolo palestinese per la propria indipendenza; per lo smantellamento degli insediamenti ebraici in Cisgiordania; contro l’espulsione degli abitanti della parte araba di Gerusalemme, sostituiti da coloni ebrei; per la fine del blocco terrestre e navale che fa di Gaza una prigione a cielo aperto;
  • a favorire e patrocinare iniziative che mettano a confronto esponenti palestinesi ed israeliani contrari all’occupazione e alle colonie, nell’ottica della ricerca di un percorso comune fra i due popoli che garantisca a entrambi la libertà, la sicurezza, il benessere e la pienezza dei diritti, collettivi e individuali.

L’Ordine del Giorno approvato dal Consiglio Comunale di Cerreto Guidi verrà presentato anche nel Consiglio dell’Unione dei Comuni dell’Empolese Valdelsa, dal Gruppo Unione a Sinistra, del quale Spinelli fa parte.

Dedichiamo questa iniziativa alla memoria di Razan Najar, 21 anni, infermiera paramedica volontaria a Gaza, uccisa da un cecchino israeliano mentre prestava soccorso a un ferito, a Ezz Eldeen Tamimi, colpito oggi a sangue freddo da soldati israeliani e morto perché questi si sono rifiutati di portarlo all’ospedale e a tutti i coraggiosi palestinesi che hanno sacrificato la loro vita per riaffermare il diritto, sancito dalla risoluzione 194 dell’ONU del 1948, di fare ritorno nella loro terra e nella loro casa, occupate dallo Stato di Israele, in condizioni di pace e sicurezza.

Chiediamo a tutta la Sinistra e a tutti i sinceri democratici che rifiutano di adottare due pesi e due misure in tema di diritti umani, a presentare ordini del giorno a sostegno del popolo palestinese, contro l’aggressione israeliana, in tutte le assemblee elettive.

Fonte: Sezione Empolese Valdelsa del Partito Comunista Italiano

Tutte le notizie di Cerreto Guidi

<< Indietro
torna a inizio pagina