Cinque posti (non di mare) dove fare il bagno in Toscana

Il Masso delle Fanciulle

Il Masso delle Fanciulle

La Toscana è una regione che offre molti luoghi di mare bellissimi, ormai è risaputo. In estate, in special modo a Ferragosto, il litorale si congestiona e si riempie di persone. Capita, dunque, che chi cerca un po' di relax e un bagno 'catartico' ottiene come unico risultato quello di stressarsi ulteriormente. Il traffico, il costo dell'ombrellone, i prezzi alti: tutti problemi importanti, ma che si possono aggirare. Come? Andando al mare senza andare al mare.

Spieghiamo meglio: in Toscana esistono alcune zone ancora poco conosciute (o comunque non alla stregua di Viareggio o Follonica, per intendersi) dove poter fare il bagno e godersi una giornata o un periodo rilassante. L'unica particolarità è che non si trovano sul mare. Il turismo di massa le ha scansate per adesso, non sono oasi isolate come quelle dei film, ma c'è ancora la possibilità di farsi un bel bagno in santa pace. Abbiamo scelto cinque posti in particolare, ognuno con la sua tipicità, ma comunque i posti balneabili - rigorosamente non di mare - sono molti di più.

Torrente Diaterna, Firenzuola
Ancora poco conosciuto al di fuori del Mugello, il Torrente Diaterna si trova nel comune di Firenzuola, a pochi minuti dalla frazione di Scheggianico. Il fiume presenta una piccola spiaggia, non è raggiungibile direttamente via auto ma si può parcheggiare molto vicino al corso. La particolarità del Torrente Diaterna è data dal fatto che è frequentato da nudisti. Per questo è stato definito anni e anni or sono come luogo della perdizione, ma con i social ha riacquistato la dignità che merita. La zona è molto verde, è quasi selvaggia ma piuttosto accessibile, particolarmente indicata per chi ama sentire il rumore della natura. Chi lo frequenta lo definisce l'Eden della Toscana, non male come spot.

Torrente Diaterna (foto da Facebook)

Torrente Diaterna (foto da Facebook)

Masso delle Fanciulle, Pomarance
A metà tra Volterra e Pomarance, nel tratto pomarancino del fiume Cecina, ecco il Masso delle Fanciulle, che negli ultimi anni sta vivendo un'epoca di splendore. La strada per arrivarci non è facile ed è sterrata, ma una volta lì lo spettacolo vale il prezzo del biglietto (che poi sarebbe gratis...). In mezzo al verde, ovvero alla riserva naturale della Foresta di Berignone, il Masso delle Fanciulle offre vari specchi d'acqua per tutti i gusti. Si va dalla cascata da cartolina fino ai veri e propri massi da cui è possibile tuffarsi, sempre facendo attenzione. Non c'è la spiaggia, ma si alternano scogli e parti con piccoli sassi, quindi sono consigliate delle apposite calzature. I più attenti e esperti possono proseguire più a nordest per il Masso degli Specchi, per cui il sentiero non è dei più semplici.

masso_delle_fanciulle_2

Parco dei Renai, Signa
A pochi passi da Firenze, in mezzo a uno dei centri più industriosi e caotici della Toscana centrale, si può trovare un angolino di relax. Chi ama la vita da spiaggia, fatta di ombrelloni e bar e partite a volley e quant'altro, amerà senza dubbio questo parco che sorge poco fuori Signa, sulla strada che porta a Firenze. C'è una spiaggia con sabbia piuttosto fine che ricorda quella della Versilia, anche gli ombrelloni sono quello stile e il lido ha pure una piscina. Sono molte le attività che si possono svolgere ai Renai: si è detto del bar e del volley, ma chi vuole può esercitarsi con la vela o giocare a calcetto. Lo spazio è aperto anche agli amici a quattro zampe.

Parco dei Renai

Parco dei Renai

Terme di Petriolo, Monticiano
A sud di Siena, poco distante dalle Crete Senesi e dal famoso mulino che ispirò il Mulino Bianco, sorgono le Terme di Petriolo. C'è una struttura a pagamento e, poco più a fianco, quella gratuita. È formata da alcune pozze a diverse temperature, si va da quella più calda a quella più grande in cui la temperatura è bassa. Le acque di Petriolo, come tutte le acque termali, sono molto rilassanti. La zona, distante dal capoluogo comunale di Monticiano, è immersa nel verde e a fianco delle terme scorre il torrente Farma. La tipicità di Petriolo sta proprio nella possibilità di poter alternare acqua fredda (del torrente) e calda (della vasche termali). L'unico problema deriva dal fatto che la pozza a fianco del fiume viene ricoperta dal corso d'acqua nei periodi di piena.

Terme di Petriolo

Terme di Petriolo

Torrente Lima, Bagni di Lucca
Poco fuori da Bagni di Lucca, quasi in mezzo alle montagne, c'è un posto che si chiama Pian di Fiume. Si tratta di una località nota soprattutto perché è la zona più bella e balneabile del torrente Lima, che parte dall'Appennino Pistoiese e taglia in due la zona di Bagni di Lucca. Gli alberi riparano dal caldo e creano un clima fresco e temperato, l'acqua del torrente è limpida anche se un po' fredda inizialmente (ma ci si abitua...). Non c'è la spiaggia, ma sassi lisci da far rimbalzare sull'acqua. La particolarità di questa zona riguarda quel che c'è attorno, ovvero il Canyon Park: qualche km più a nord, a Scesta, c'è questo parco avventura dedicato a chi ama sia il kayak e le discese sia la meditazione.

Torrente Lima (foto da Facebook)

Torrente Lima (foto da Facebook)

 

Tutte le notizie di Toscana

<< Indietro
torna a inizio pagina