Auxilium Vitae, a 20 anni dalla nascita Buselli chiede un riconoscimento 'concreto' dalla Regione

Volterra - Auxilium Vitae
Volterra - Auxilium Vitae

«Un riconoscimento concreto da parte della Regione». A richiederlo per Auxilium Vitae è il sindaco di Volterra Marco Buselli. «Auxilium Vitae non è soltanto la terza realtà aziendale in zona, ma rappresenta, assieme ad Inail, un caposaldo assoluto della sfera riabilitativa del presidio ospedaliero volterrano, che ora vede presente anche la dimensione legata alla psichiatria – spiega il primo cittadino -. Ringrazio la dottoressa De Lauretis per aver speso parole importanti sul futuro di Auxilium, parlando, in occasione della cerimonia per celebrare i 20 anni dalla fondazione, del passaggio da progetto sperimentale al riconoscimento della stessa realtà quale elemento strutturale della sanità toscana. Adesso serve un riconoscimento concreto anche da parte della Regione, con cui sarebbe auspicabile una rimodulazione della tariffa giornaliera per posto letto, in particolare per quanto riguarda i dieci posti letto SUAP (per pazienti con stato vegetativo e sullo stato di minima coscienza) istituiti da Auxilium Vitae in risposta ad un bisogno evidenziato dall'Asl Toscana Nord Ovest e dalla Regione Toscana. Auxilium ha fatto passi importanti in questi anni, anche grazie alla creazione di Volterra Ricerche, in cui la Fondazione della Cassa di Risparmio di Volterra ha creduto, ma soprattutto grazie al personale che in questi venti anni ha creduto nel progetto rappresentato da Auxilium Vitae».

Fonte: Comune di Volterra - Ufficio stampa

Tutte le notizie di Volterra

<< Indietro
torna a inizio pagina