L'Use Scotti Rosa cede di misura al forte Napoli

thumbnail_0373d308-7cc4-45d9-a6a3-75ecf1cea521

Chi si chiedeva cosa fosse l'A1 e come fosse ha avuto la risposta. Il cuore, le mani, la prestazione ottima che altre volte sarebbero state più che sufficienti possono non bastare se ti trovi davanti squadre come Napoli. E così all'Use Scotti Rosa restano solo i complimenti, mentre il Napoli, col 71-76 finale, si porta a casa i due punti. Ma metterla solo così sarebbe ingrato per le biancorosse, perchè è tanto di più quello che resta da questa prima al Pala Sammontana: resta infatti la sensazione di una squadra che ha ancora intatte le proprie caratteristiche e che, proprio grazie a queste, lotterà fino in fondo per arrivare alla salvezza. Certo, dopo essere state anche più 20 sul 35-15, l'amarezza per un'occasione sprecata prende il sopravvento, ma una delle caratteristiche che la Scotti dovrà avere durante la stagione sarà proprio quella vista con Napoli, ovvero la capacità di non mollare mai e di restare tranquilla anche nei momenti più difficili. La via è tracciata.

La prima parte è da libro dei sogni. Fino a metà della seconda frazione la Scotti tira col 58% dalla lunga e, soprattutto, non concede niente o quasi alle forti avversarie con una difesa ermetica. Erin Mathias dalla media la mette sempre, Madonna, Calamai e Narviciute trovano con continuità la via del canestro e così, al primo riposo, siamo sul 24-13. E l'avvio della seconda frazione è a tutto gas con Brunelli dall'arco, Rosellini, Pochobradska e così, quando Narviciute segna il 35-15, in molti si fanno i pizzicotti per capire se è tutto vero o se stanno sognando. Il problema è che se li fa anche Napoli che con le sue americane inizia piano piano a rimettere ordine al proprio gioco ed a riavvicinarsi. Macchi firma il 40-32 e Chiabotto, con la tripla da metà campo sulla sirena, manda le squadre al riposo lungo non solo sul 43-32, ma con la sensazione che qualcosa sia cambiato. Così è, visto che al ritorno in campo, a parte una bomba della Rosellini, la Scotti fatica e subisce l'aggancio a quota 46 di Courtney Williams. L'Use Rosa reagisce con Madonna e la solita Chiabotto sulla sirena della terza frazione (57-53) ma la Williams riequilibra a 57 e Napoli prova a scappare. Ci riesce, ma il fiato sul collo della Scotti c'è sempre. Anche se si arriva sul 59-69 a 3' dalla sirena, c'è ancora vita. Tripla di Madonna per il 64-69, dopo il canestro della Harrison ecco il gioco da 3 di Mathias e subito dopo il tiro di El Huland del 71-74 a 14 secondi dalla sirena. A quel punto entra in scena Laura Macchi che subisce il fallo della Brunelli e segna dalla lunetta il 71-76 finale.
E domenica alle 18 trasferta a San Martino dei Lupari.

71-76

USE SCOTTI ROSA
Madonna 15, Pochobradska 4, Brunelli 13, Uk Huland 6, Mathias 13, Rosellini 5, Calamai 2, Chiabotto 6, Manetti ne, Narviciute 7, Ruffini ne, Lucchesini ne. All. Cioni (ass. Ferradini-Giusti)

DIKE BASKET NAPOLI
Macchi 12, Williams C. 22, Williams 10, Harrison 24, Pastore 3, Diene, Tagliamento 2, Gonzalez 3, Mancinelli ne, Ress. All. Molino (ass. Scotto)

Parziali: 24-13, 43-32 (19-19), 57-53 (14-21), 71-76 (14-23)

Arbitri: Buttinelli di Cerveteri, Puccini di Genova e Froslini di Grosseto.

Fonte: Ufficio Stampa Use/Use Rosa

Tutte le notizie di Basket

<< Indietro
torna a inizio pagina