Ladri di biciclette: fermati due minorenni nei pressi della stazione

Polfer_-_Polizia_Ferroviaria

Il traffico di biciclette vale sul “mercato nero” pochi spiccioli ma garantisce tuttavia denaro contante senza correre grandi rischi. Il fenomeno è comune nel mondo della tossicodipendenza in quanto permette di ricavare qualche euro per gli stupefacenti. Per questo motivo nell'ultimo periodo la Polfer di Pistoia sta dando particolare attenzione alla lotta a questo tipo di furto denunciando 12 persone.

Ieri sono stati denunciati due cittadini stranieri, un 15enne albanese ed un 17enne marocchino per furto aggravato di una bicicletta marca 'Bianchi' avvenuto a Pistoia.

Idue ragazzi, in particolare, notati in atteggiamento sospetto dagli Agenti stavano proprio per salire su un treno diretto a Firenze quando sono stati fermati per un controllo: hanno fornito improbabili giustificazioni sulla proprietà della bicicletta tanto da essere accompagnati nel vicino Ufficio.

Il caso ha voluto che proprio in quei momenti si presentasse il proprietario della “Bianchi” per sporgere denuncia di furto: entrando nell’ufficio della ferroviaria con sua somma sorpresa notava la propria bicicletta riconoscendo anche i due minori, li fermi, come gli autori del furto.

Infatti il derubato aveva con se le immagini delle telecamere a circuito chiuso che aveva installato nel giardino della sua abitazione che avevano ripreso i due minorenni, nel corso della stessa nottata, scavalcare la recinzione e trafugare la bicicletta che poi è stata restituita al legittimo proprietario.

La Polizia Ferroviaria di Pistoia rinnova l’invito ai cittadini di presentare tempestivamente, anche preceduta da una telefonata, la denuncia di furto della propria bicicletta avendo cura di fornire una sua dettagliata descrizione.

E’ vivamente consigliato anche di scattare qualche fotografia delle proprie biciclette che ne garantirebbe una certa individuazione in caso di rinvenimento.

Tutte le notizie di Pistoia

<< Indietro
torna a inizio pagina