Arrestato esponente del clan Orlando attivo in Maremma

guardia_finanza

Il fratello di un noto latitante della camorra è stato arrestato a Grosseto dalla Guardia di Finanza. Si tratta di Angelo Orlando, fratello di Antonio, conosciuto come 'Mazzolino'. L'uomo è ritenuto responsabile di concorso esterno in associazione per delinquere di stampo mafioso per aver fornito un contributo alla conservazione, operatività e rafforzamento del clan 'Orlando', gruppo già inserito nei sodalizi dei Nuvoletta e dei Polverino, oggi egemone sul territorio di Marano di Napoli.

Sospette operazioni finanziarie di investimento per oltre 2 milioni di euro in Maremma hanno condotto la Guardia di Finanza di Grosseto,  in collaborazione con i carabinieri di Castello di Cisterna e su richiesta della DDA, all'arresto di Angelo Orlando a Marano di Napoli.

L'indagine è partita proprio dalle investigazioni condotte dalla guardia di finanza di Grosseto su alcune attività economiche imprenditoriali sorte nel comprensorio maremmano. Secondo i finanzieri l'arrestato favoriva gli investimenti di illeciti proventi nel settore edile, immobiliare e societario, e consentiva al clan di reimpiegarne i proventi, anche avvalendosi di intestatari fittizi per impedire la tracciabilità dei beni.

Le indagini hanno evidenziato legami di carattere personale ed economico-finanziario tra soggetti presenti nel territorio della provincia di Grosseto con esponenti del clan.

Tutte le notizie di Grosseto

<< Indietro
torna a inizio pagina