L'uomo 'difettoso' che restaurò la Cupola del Brunelleschi, la sua vita in scena

DIFETTOSO LOCANDINA (1)

Una malattia altamente invalidante e irreversibile non gli impedì, negli anni Novanta, di essere tra gli otto incaricati dal Ministero a guidare il restauro architettonico della Cupola del Brunelleschi. La storia incredibile di Franco Vestri e il rapporto con la bellezza dell’arte che ne ha condizionato l’intera vita diventa oggi uno spettacolo teatrale, “Il Difettoso”, che con l’ente di promozione sociale e sportiva AICS attraverserà l’Italia in un tour teatrale: prima nazionale al Teatro della Limonaia di Sesto Fiorentino il 13 novembre.

“Difettoso” è come si definisce lo stesso Vestri, costretto da anni a una sedia a rotelle, nel suo libro autobiografico (Diario di un difettoso, Apice Libri) da cui prende spunto lo spettacolo portato in scena dal Teatro del Legame. Il dialogo imprevisto tra una ragazza di oggi delusa dal mondo e un signore in carrozzina che ha sperimentato l’energia trasmessa dalla bellezza di un capolavoro racconterà, nelle sue diverse sfaccettature, la vita difficile ma piena del professionista: un viaggio dentro gli infiniti, assurdi e paradossali meandri delle cure mediche, delle barriere sociali e architettoniche, per la cura di una malattia rara e indecifrabile.

Vestri sarà interpretato da Daniele Locchi, mentre la giovane sarà Costanza Mascilli Migliorini, nella vita anche calciatrice professionista. Non a caso, anche nello spettacolo trova spazio il rapporto con lo sport, tra i “dolori” ancora vivi nella vita di Vestri, ex ciclo-turista amatoriale. “Il lavoro alla Cupola del Brunelleschi, cui seguirono poi altri fortunati incarichi – racconta di sé lo stesso Vestri – fu la migliore delle cure per me. A un certo punto, capii infatti che nonostante tutto ero stato in grado di fare molto nella mia vita e così decisi semplicemente di essere felice, meta a cui sono giunto grazie a un cammino spirituale ben preciso e grazie al mio lavoro, al rapporto con la bellezza in generale”.

Lo sport come prova con se stesso, la cultura e l’arte come “cure”, la battaglia contro le barriere sociali e architettoniche per l’inclusione, il “riscatto” sociale del “Difettoso”: questi i temi che hanno convinto AICS – Associazione Italiana Cultura Sport – a promuovere lo spettacolo e ad “adottarlo” per portarlo in giro in un tour teatrale nazionale che proseguirà fino al 2019.

AICS - Associazione Italiana Cultura Sport - è tra i maggiori enti di promozione sportiva riconosciuti dal Coni. E’ presente in tutta Italia con 120 comitati provinciali e 20 comitati regionali ed è riconosciuto dal Ministero agli Interni come ente di promozione sociale: ha un milione di soci in tutto il Paese e circa 12mila sodalizi affiliati.

 

IL DIFETTOSO

dal libro di Franco Vestri

regia di Daniele Lamuraglia

con Daniele Locchi e Costanza Mascilli Migliorini

pitture ed elementi scenici Leonardo Locchi

musica Massimiliano Pace

luci e fonica Sandro Bechelli

aiuto regia Greta Forni

PRIMA NAZIONALE

TEATRO DELLA LIMONAIA - Sesto Fiorentino - Via Gramsci 426, 50019 Sesto Fiorentino

Martedì 13 Novembre 2018 - ore 18.30 e 21.30

AICS - Direzione Nazionale - Comitato Provinciale di Firenze

Comune di Sesto Fiorentino

Teatro del Legame

Tutte le notizie di Firenze

<< Indietro
torna a inizio pagina