Cuoio, pelle e sostenibilità alla Mostra del Tartufo: "Tubone eccellenza, servirà per le depurazioni civili"

(foto gonews.it)
(foto gonews.it)

Se non vedi il video, clicca qui

Pelle e cuoio, rispetto per l'ambiente e sostenibilità. Questo era il tema dell'incontro inaugurale al Salotto del Tartufo all'interno della Mostra mercato a San Miniato. Oggi, sabato 10 novembre, lo spazio di piazza del Seminario ha aperto i battenti assieme alla mostra e ha ospitato nomi importanti del settore conciario del Comprensorio del Cuoio.

Introdotto dal sindaco di San Miniato Vittorio Gabbanini e presentato dal giornalista Andreas Quirici, il dibattito su pelle e sostenibilità ha visto protagonisti inizialmente Gabriele Toti e Giulia Deidda, rispettivamente primi cittadini di Castelfranco di Sotto e Santa Croce sull'Arno. In seguito la palla è passata al consigliere regionale Andrea Pieroni, al vice presidente Unic (nonché all'interno del Cda Assoconciatori e titolare della conceria Incas) Piero Rosati, al presidente del Consorzio Conciatori di Ponte a Egola Michele Matteoli e al direttore Unic Fulvia Bacchi.

Tra i temi toccati, di grande importanza quello del cosiddetto Tubone. "Nasce da un progetto e da una certezza, ovvero l'efficienza altissima raggiunta nel distretto. Aquarno e Cuoiodepur sono eccellenze in Toscana per quanto riguarda l'abbattimento. L'efficienza sarà sfruttata per darne ancora di più alla depurazione civile, saranno deputate 22milioni di metri cubi civili con risultati che nessun altro depuratore riesce a avere. Questo grazie a investimenti e a una tecnologia che ci rende orgogliosi. L'acqua depurata sarà riutilizzata nel comparto conciario" hanno affermato i protagonisti.

Nel video qui sotto si possono riascoltare le dichiarazioni dei protagonisti. Potete seguire in diretta live sulle pagine Facebook di Gonews.it tutti gli avvenimenti del Salotto del Tartufo.

Tutte le notizie di San Miniato

<< Indietro
torna a inizio pagina