Stagione teatrale col botto a Altopascio, pienone all'esordio con Paolo Belli

paolo_belli_altopascio_stagione_teatrale_2018_11_23

Centotrenta abbonamenti venduti, contro i 107 dello scorso anno, spettacoli che viaggiano verso il tutto-esaurito, vendite online in continua attività e grande apprezzamento di pubblico. La stagione teatrale di prosa 2018/2019 del Teatro Puccini di Altopascio inizia col botto. E il primo spettacolo, andato in scena ieri sera, giovedì 22, con Paolo Belli e il suo “Pur di fare musica” registra subito il pienone e un plauso unanime da parte degli spettatori, che hanno potuto trascorrere quasi due ore immersi nel divertimento, nella buona musica e nella spensieratezza.

Cresce la qualità, quindi, grazie alla sempre più forte collaborazione tra amministrazione comunale, ufficio cultura e Fondazione Toscana Spettacolo Onlus; ma crescono anche i cittadini che decidono di abbonarsi alla stagione teatrale e quelli che scelgono di volta in volta a quale spettacolo assistere. Il tutto con più servizi forniti agli utenti e prezzi invariati.

«Quest’anno abbiamo battuto tutti i record – commenta l’assessore alla cultura, Martina Cagliari – Non c’erano mai stati così tanti abbonati ad Altopascio, né un numero così alto di spettatori a teatro. Abbiamo fatto il tutto-esaurito già nella prima serata: un successo che sarà replicato anche il 6 dicembre, con l’attesissimo spettacolo di Lino Guanciale e Gabriella Pession. La qualità degli spettacoli proposti cresce di anno in anno e riusciamo ogni volta a trovare la formula vincente per il nostro paese, ovvero la capacità di unire intrattenimento e impegno, musica e riflessione, danza e giovani. C’è poi un altro aspetto che ci inorgoglisce: gli abbonati e gli spettatori del Teatro non sono solo altopascesi. Sarà la posizione strategica del paese, sarà la varietà del cartellone, ma è bello sapere che la nostra offerta culturale supera i confini comunali».

Fonte: Ufficio stampa

Tutte le notizie di Altopascio

<< Indietro
torna a inizio pagina