Use Basket, domenica no per la Scotti. Ko anche Computer Gross

basket_generica_ (1)

Si gioca sul filo di lana il derby del Pala Terme ed ancora una volta, in questo campionato, la volata finale beffa l'Use Computer Gross che perde il derby di Montecatini per 79-75 dopo un tempo supplementare e dopo aver avuto, a 4 secondi dalla sirena, la palla in mano per tentare l'ultimo tiro. Una squadra apparsa un po' spenta nella prima metà di partita ma capace poi, trascinata dal grande ex Giarelli e da Giannini (rispettivamente 28 e 22 punti), di sfiorare il successo.
L'avvio è un po' difficile per i biancorossi che partono sullo 0-4 ma non sembrano brillantissimi. Le squadre viaggiano comunque a braccetto fino al 14-13 (bomba di Giannini), momento nel quale la squadra di casa mette un parziale di 6-0 a cui replica comunque l'Use andando al primo riposo sul 20-15. Montecatini riallunga sul 24-15 e tiene sempre la testa avanti, anche se i biancorossi non mollano mai e rimangono attaccati nel punteggio fino al 37-31 di metà partita. Raffaelli dalla lunga sorpassa sul 37-38 e poco dopo Perin segna il 39-41. Solo nel finale di tempino, dopo il 50-47 del solito Giarelli, Montecatini piazza un parziale di 7-0 a cavallo dell'ultimo intervallo che vede le squadre sul 55-47. Giannini dalla lunga mette il 57-50 e piano piano la Computer Gross rimonta fino al pareggio sul 58-58 di Giarelli. A 1 minuto dalla sirena siamo 66-64, Giarelli impatta a 30 secondi e la gara vive fasi convulse. A 4 secondi rimessa per l'Use che però spreca la palla e si va al supplementare sul 66 pari. Bolis, Migliori e Meini partono subito forte, con Giannini che dalla lunga segna il primo canestro biancorosso. Meini e Migliori segnano punti fondamentali e riescono a gestire il parziale finale che vede la squadra termale vincere per 79-75.
E sabato alle 18 al Pala Sammontana arriva Alba.

79-75 
 
MONTECATINI BASKETBALL
Moretti 22 (8/16, 0/0), Migliori 22 (5/16, 1/4), Maresca 13 (5/8, 1/4), Bolis 8 (4/9, 0/1), Meini 8 (1/3, 1/3), Zanini 4 (2/2, 0/0), Galli 1 (0/0, 0/2), Cipriani 1 (0/0, 0/0), Ciervo, Mucci. All. Tonfoni
 
USE COMPUTER GROSS
Giarelli 28 (9/22, 0/0), Giannini 22 (2/4, 6/13), Raffaelli 11 (1/4, 3/9), Botteghi 6 (3/4, 0/1), Perin 5 (0/1, 1/4), Sesoldi 3 (0/1, 1/4), Stefanini (0/2, 0/1), Corbinelli (0/1, 0/7), Antonini (0/1, 0/0), Berti, Landi ne, Calugi ne. All. Bassi (ass. Mazzoni/Valentino)
 
Parziali: 20-15, 37-31 (17-16), 55-47 (18-16), 66-66 (11-19), 79-75 (13-9)
 


In una delle partite più importanti del campionato la Scotti stecca. La squadra di Alessio Cioni perde infatti in modo netto il match interno contro la Iren Fixi Torino per 60-75 e lascia così due punti (con un netto parziale) che rischiano di essere pesantissimi. Al di là degli aspetti tecnici della gara, colpisce soprattutto il fatto che le biancorosse sbaglino l'approccio al match nel quale sono sempre dietro senza riuscire mai, se non in un paio di occasioni, a ridurre sotto dei dieci punti il divario. Anche se l'avversario era sulla carta alla portata, è fin troppo evidente che la A1 è questa e anche una squadra che pare battibile è anni luce diversa da quelle che venivano affrontate nei passati campionati. Per questo inutile far drammi, ora serve solo fare quadrato e lavorare sotto tutti i punti di vista per rimettersi in carreggiata.
Che non sia serata si capisce subito visto che la Iren Fixi (che chiuderà con il 35% dalla lunga ed il 48 dal campo) parte subito forte e vola sul 2-14 trascinata da una Jasnowska in serata di grazia (23 punti con 55% da tre e 57 da due). Pochobradska lotta come un leone sotto le plance e, oltre a segnare il 4-14, prova a tenere a galla le compagje caratterialmente. Ma serve a poco visto che Trucco segna il 4-20 prima che ci sia comunque una reazione che manda le squadre al primo riposo sul 12-22. Subito 0-6 in avvio di seconda frazione (Jasnowska e 4 punti di Reimer) prima che Pochobradska e Mathias abbozzino una reazione. Brunelli segna due canestri per il 22-30 ed al riposo lungo si va sul 27-38. L'ancora ottima Calamai riapre le danze ed è lei a segnare il meno 7 sul 34-41. E' forse l'unico momento nel quale la Iren Fixi è in difficoltà e non a caso coach Riga chiama timeout con Milazzo che, alla ripresa, mantiene le distanze e Lawrence che firma il 36-50. Torino riprende le redini della gara e vola sul più 21 (38-59) andando all'ultimo riposo 42-59 con un sussulto finale della Narviciute. Lo 0-6 col quale si apre l'ultima frazione fa capire che la gara è ormai andata con la Scotti che non riesce nemmeno a dare al risultato un divario accettabile visto che finisce col più 15 delle piemontesi: 60-75.
E domenica trasferta proibitiva sul campo delle campioni d'Italia di Schio.

60-75
 
USE SCOTTI ROSA
Madonna 6, Pochobradska 13, Brunelli 9, Huland 1, Mathias 8, Rosellini, Calamai 11, Ruffini ne, Chiabotto, Manetti ne, Narviciute 12, Lucchesini ne. All. Cioni (ass. Ferradini/Giusti)
 
IREN FIXI TORINO
Jasnowska 23, Trucco 11, Lawrence 11, Davis Reimer 8, Milazzo 15, Zecchina, Togliani, Cabrini 7, Petrova, Bosio. All. Riga (ass. Viberti/Comba)
 
Arbitri: Catani di Pescara, Lanciotti di Porto San Giorgio e Servillo di Perugia
 
Parziali: 12-22, 27-38, 42-59, 60-75
 
 

Fonte: Use - Ufficio stampa

Tutte le notizie di Basket

<< Indietro
torna a inizio pagina