Commercio di vicinato, il Comune rilancia l’economia locale erogando contributi alle nuove attività

Ritorno al futuro della bottega chantigiana. Negozi con l’anima, con un nome, un volto, la dignità di una professione che garantisce qualità del prodotto, legame con il territorio e scelta affidabile dell’acquisto. Il sostegno al commercio di vicinato, sinonimo di qualità e rapporto diretto con il consumatore, è la formula che il Comune di San Casciano mette in campo, in controtendenza rispetto allo sviluppo dell’e-commerce e della global community, per rivitalizzare i centri storici, incentivare l’imprenditoria e l’economia locale.

Il clima natalizio ha iniziato ad aleggiare, come da tradizione, sulle piazze commerciali di San Casciano, Mercatale e Cerbaia che da poco hanno acceso luci, addobbato alberi e organizzato ricchi cartelloni di eventi e varie forme di intrattenimento da proporre nel periodo delle festività. E mentre il Chianti si prepara ad accogliere la magia del Natale, l’amministrazione comunale arriva con un regalo da mettere sotto l’albero o meglio, in vetrina, in un nuovo negozio di vicinato.

In un momento in cui, con l’avvento delle nuove tecnologie, la diffusione dello shopping on line acquista sempre più terreno creando di fatto un rischio per la vita economica locale, la giunta Pescini decide di investire sugli esercizi commerciali dei piccoli centri e borghi del Chianti, partendo da quello di Mercatale. E’ disponibile on line, sulla rete civica del Comune, l'avviso pubblico, accompagnato da relativa domanda, finalizzato a creare nuove opportunità nel settore commerciale, grazie ad un’iniziativa ideata dall’assessore Roberto Ciappi. La giunta Pescini ha messo a disposizione, traendo la somma dalle risorse del proprio bilancio, un importo complessivo pari a 12mila euro, a titolo di incentivi economici rivolti in tre anni a soggetti in possesso dei requisiti richiesti per l'esercizio dell'attività che si intende avviare. L’entità del contributo che il Comune stanzierà ad ogni beneficiario (massimo 4 soggetti) sarà complessivamente di 12mila euro di cui 6mila euro il primo anno, 4mila euro il secondo anno e 2mila euro il terzo anno di esercizio effettivo dell'attività. Il contributo sarà stanziato tramite selezione pubblica a soggetti interessati ad avviare un'attività commerciale o piccolo artigianato relativa a categorie merceologiche e tipologie diverse da quelle presenti negli esercizi già attivi nel centro storico di Mercatale Val di Pesa.

“E’ una misura – dichiara l’assessore alle Attività economiche Roberto Ciappi - che vuole favorire la nascita e lo sviluppo di nuove attività commerciali, artigianato e artigianato di servizio nei piccoli centri, il nostro obiettivo è quello di riqualificare il tessuto commerciale della frazione di Mercatale, migliorando la qualità della vita della comunità e creando una maggiore attrattiva anche per i turisti”. “Il commercio di vicinato produce una storia, racconta un mestiere che si costruisce sulle qualità e sulla capacità relazionali dell’essere umano e non solo sulla tecnologia – aggiunge il sindaco Massimiliano Pescini - esprime potenzialità economiche e contenuti culturali che sono insiti nella funzione sociale del negozio, la misura su cui abbiamo puntato vuole offrire uno stimolo al rilancio della cultura economica urbana contemporanea”. Le attività commerciali presenti a Mercatale sono una ventina, di cui la gran parte negozi di vicinato. Info: www.sancascianovp.net.

Fonte: Ufficio Stampa

Tutte le notizie di San Casciano Val di Pesa

<< Indietro
torna a inizio pagina