Il dottor Bellieni nella Commissione regionale di Bioetica della Toscana

Carlo Valerio Bellieni
Carlo Valerio Bellieni

Carlo Valerio Bellieni, neonatologo dell'Azienda ospedaliero-universitaria Senese, è stato nominato dal Presidente della Giunta regionale a far parte della Commissione regionale di Bioetica della Toscana, in qualità di esperto rianimatore in neonatologia. Recentemente invitato in audizione dal Comitato Nazionale di Bioetica del governo messicano e di quello italiano, il dottor Bellieni da anni si dedica allo studio e prevenzione del dolore infantile e ha pubblicato vari lavori di bioetica in campo internazionale. «La Commissione regionale di Bioetica è un organismo che ha tra gli obiettivi primari quelli di far confrontare soggetti di alta esperienza medica e bioetica di provenienza culturale diversa, su temi pratici, al servizio della sanità toscana, in modo da dare un aiuto agli operatori che si trovano quotidianamente alle prese con decisioni difficili e dure - spiega il dottor Bellieni -. Credo che potremmo fare molto soprattutto in tre campi: supportare il diritto della cittadinanza per un'informazione medica chiara e semplice soprattutto riguardo il consenso informato, sostenere i diritti dell'infanzia e i diritti e le motivazioni dei professionisti dell’assistenza». La Commissione regionale di Bioetica è un organismo tecnico-scientifico multidisciplinare, che elabora proposte ed esprime, a richiesta, pareri per la Giunta e il Consiglio regionali (come sancito dagli articoli 95 e 98 della Legge regionale 40/2005). L'ambito di competenza della Commissione è costituito dalle tematiche pertinenti la bioetica di carattere deontologico, giuridico, etico inerenti alle attività sanitarie e di ricerca biomedica applicata alla persona umana poste in rapporto a tutela della dignità e qualità della vita nel rispetto della libertà della persona, tutela del diritto alla salute, trattamento delle sofferenze anche nella fase terminale della vita, principi organizzativi del servizio sanitario ed alla distribuzione delle risorse e progresso delle scienze biomediche.

Fonte: Aou Senese

Tutte le notizie di Siena

<< Indietro
torna a inizio pagina