Migranti, Possibile Toscana con don Biancalani: "Continuiamo l'accoglienza"

don biancalani

"Possibile è mobilitato con i comitati toscani per rispondere all’appello di Don Massimo Biancalani. Siamo da sempre vicini a Don Massimo, alla comunità accogliente di Vicofaro, ai ragazzi accolti, per praticare coi fatti quel dovere inderogabile di solidarietà che l’articolo 2 della Costituzione pone nelle mani, nella testa e nel cuore di ogni soggetto della Repubblica". Lo dichiara Andrea Maestri della segreteria nazionale di Possibile, annunciando la mobilitazione del partito a sostegno de parroco di Vicofaro sull'accoglienza dei migranti.

"Comunità sicure - aggiunge Maestri - sono quelle in cui ogni persona si sente a casa, si sente libera, vede riconosciuta la propria dignità umana. Comunità insicure sono quelle dove le persone non si conoscono e hanno paura, dove invece di incontrarsi ci si chiude dentro, lasciando gli altri fuori, dove si lascia l’ultima parola allo sparo di un’arma sempre più facile da detenere e usare, anche impropriamente. Mentre l’odio riempie oggi piazza del popolo, creando un ossimoro politico, noi siamo impegnati a spedire gli ultimi dei 500 pacchi natalizi riempiti dai nostri comitati marchigiani coi prodotti delle imprese terremotate e a raccogliere alimenti per la comunità di Vicofaro. Migranti e italiani, italiani e migranti, italiani che erano migranti, migranti che saranno italiani o già lo sono: nessuno è straniero".

Fonte: Possibile Toscana

Tutte le notizie di Toscana

<< Indietro
torna a inizio pagina