Pd Empolese Valdelsa, Mazzantini: "Niente divisioni, 4 marzo rischia di non averci insegnato nulla"

Jacopo Mazzantini (foto gonews.it)
Jacopo Mazzantini (foto gonews.it)

“La fase che si è aperta dopo la sconfitta del 4 marzo ci ha mostrato nuovamente in questi nove mesi spesso divisi e in disaccordo.
L’immagine che ne viene fuori è quella di un partito ricurvo su se stesso, lontano dai bisogni e dalle speranze della gente.
Tutto questo è molto lontano da quello che il Pd Empolese Valdelsa che insieme ai suoi dirigenti e i suoi amministratori, sta affrontando le sfide che ci aspettano nel 2019, senza sottrarsi al confronto e all’ascolto.

Il Pd ha il dovere di dire agli italiani quali sono le proposte politiche sulle quali portare avanti una opposizione forte in Parlamento e nel Paese per le quali dovrebbero ridarci fiducia e guardare al PD come ad una credibile forza di governo, alternativa all'attuale coalizione Lega-5Stelle che ci sta relegando ai margini dell'Europa. La sconfitta del 4 marzo rischia di non averci insegnato nulla.

Noi non siamo così, sul territorio ormai da un anno abbiamo avviato un percorso che con grande dedizione e impegno, totalmente volontario, tutti noi stiamo cercando di costruire e sviluppare insieme ai nostri candidati sindaci verso le elezioni amministrative.

Il minuzioso lavoro di porta a porta che è stato intrapreso collettivamente, la strutturale attività sui social network portato avanti senza alcun supporto del partito nazionale, il testardo intento di aprire e sviluppare condivisioni programmatiche con le forze alla nostra sinistra e civiche dell'associazionismo, del mondo del lavoro, della produzione e delle professioni, sono la dimostrazione concreta che il Partito democratico dell'Empolese Valdelsa ha colto la portata della sfida che ci attende.

Vogliamo ribadire, dunque, con forza che unità, umiltà ed ascolto sono il presupposto con cui intendiamo affrontare l'appuntamento elettorale che a maggio del 2019 vedrà al voto i nostri 11 Comuni e che affronteremo il dibattito interno al partito con responsabilità, sui contenuti, senza cadere nelle trappole di chi vuole cristallizzarlo in correnti e subordinandolo alla priorità di dare il massimo per la sfida che riguarda il futuro delle nostre comunità locali”.

Il documento proposto all’assemblea, che conteneva i principi della relazione tenuta dal segretario Mazzantini, è stato votato all’unanimità.

Tutte le notizie di Empolese Valdelsa

<< Indietro
torna a inizio pagina