Spray al peperoncino per difesa, cosa ne pensi? Il sondaggio della settimana di gonews.it

spray-peperoncino-guida


Spray al peperoncino sì o no? Questa è la domanda a cui molti non riescono a fornire una risposta. Lo spray urticante al peperoncino è un oggetto di difesa personale, o di attacco, utilizzato per difendersi da molestatori e rapinatori, in larga parte dalle donne. È ottenuto dall'estratto della pianta di cayenna, che produce il peperoncino. Inalare lo spray urticante provoca diverse reazioni e può cagionare danni anche gravi. Gonfiore degli occhi, lacrimazione abbondante, gonfiore dei muchi nasali, difficoltà nella respirazione. Il suo utilizzo controverso si è diffuso negli Stati Uniti per poi arrivare di recente in Italia, dove è al centro di polemiche e che nel passato recente è stato introdotto nell'agenda politica a opera della Lega, che ne fa un suo caposaldo nella lotta alla violenza sulle donne. Lo spray al peperoncino non smette di far parlare di sé. Il suo utilizzo si è trasformato di recente in un macabro passatempo da parte di giovani che frequentano luoghi affollati, dove, spruzzato lo spray urticante, le conseguenze possono rivelarsi tragiche, come nei fatti di Corinaldo. Nella cittadina in provincia di Ancona, durante una serata che avrebbe visto come ospite il trapper Sfera Ebbasta, hanno perso la vita 6 persone, cinque delle quali giovanissime, a causa di uno spray urticante spruzzato in un luogo chiuso, forse troppo affollato rispetto alla sua capienza legale e con uscite di sicurezza probabilmente non a norma. Quello di Corinaldo, purtroppo, non è un caso isolato. In Toscana sono tante le vicende in cui centinaia di persone si sono riversate all'esterno dei locali in cui si trovavano, proprio a causa dell'inalazione di spray urticante. La più recente risale all'8 dicembre, in un locale nei pressi di piazza San Lorenzo a Firenze. Ancora, la Capannina, in cui si riportano le cronache di almeno due episodi a La capannina di Forte dei Marmi, uno nell'agosto del 2017, durante una serata di Gigi D'Agostino, e una nel gennaio 2018 . La relazione tra la causa, l'atto di spruzzare nell'ambiente circostante lo spray al peperoncino e l'effetto, decine e a volte centinaia di persone nel panico che tentano di allontanarsi e la cui vita è messa in pericolo, è evidente. Un oggetto di difesa personale, che è vietato in molti Paesi, ma che è facilissimo reperire e con pochi soldi, e che può avere una gittata fino a tre metri, nelle mani sbagliate può avere effetti devastanti. Come nel caso di Corinaldo, dove sembra che sia stato un giovane 16enne a scatenare il panico e che potrebbe essere accusato di omicidio preterintenzionale.

Il sondaggio di questa settimana di gonews.it, vuole tentare di dirimere i dubbi sull'utilizzo dello spray urticante anche alla luce dei recenti fatti di cronaca. Ecco la nostra domanda. Spray al peperoncino per difesa, cosa ne pensi? Potete rispondere fino alle 13 di lunedì 17 dicembre.

 

 

 

Tutte le notizie di Toscana

<< Indietro
torna a inizio pagina