Sport pratese in lutto: è morto il professor Mario Marella, primo direttore del Cgfs

IMG-20181222-WA0002

Confortato dai suoi familiari, dopo una breve malattia, si è spento il Prof. Mario Marella. Figura di spicco dello sport pratese, e dello sport nazionale, Negli anni settanta è stato il primo Direttore del Centro Giovanile di Formazione Sportiva di Prato.

Con le sue grandi capacità contribuì alla nascita ed al potenziamento del CGFS, mentore e guida di tanti attuali insegnanti di educazione fisica ed esponenti del mondo sportivo cittadino. Introdusse all’interno del CGFS quel settore sanitario che oggi è rappresentato dalla Fondazione CRIDA e, soprattutto, dette un grande impulso all’attività di recupero e sostegno per i soggetti diversamente abili, facendo diventare questo comparto un’eccellenza in campo nazionale ancora oggi imitata da molti. La sua attività non si limitò a questa esperienza fondamentale per la città di Prato, è stato infatti docente della Scuola dello Sport del CONI, responsabile dell’area metodologica della Federazione italiana Gioco Calcio, per la quale ha diretto a Coverciano il laboratorio per la valutazione funzionale dei calciatori.

" E’ stato un Maestro per tutti e, fin da ultimo, ha continuato ad insegnare al corso di laurea in Scienze motorie dell’Università di Firenze trasmettendo ai propri studenti conoscenze, esperienza e soprattutto la sua passione - mettono in luce Beatrice Becheri attuale direttore del Cgfs e Umberto Spinelli presidente di Crida - Anche se sono passati tanti anni, per la sua personalità e per la sua umanità, il ricordo di Mario Marella è sempre vivo in tutto il CGFS ed in Crida, nelle tante persone che lo hanno conosciuto ed hanno avuto la fortuna di condividerne il percorso. CGFS e Fondazione Crida sono per questo vicini alla sua famiglia, alla quale porgono le più sentite condoglianze".

I funerali si terranno domenica 22 dicembre alle 15 alla chiesa de La Querce.

Tutte le notizie di Prato

<< Indietro
torna a inizio pagina