Macelloni scrive ai sindaci della Valdera e rilancia l'idea di Unione

Renzo Macelloni (foto gonews.it)
Renzo Macelloni (foto gonews.it)

Dopo la fuoriuscita dall'Unione Valdera e la nascita dell'Unione dell'Alta Valdera (Chianni, Lajatico, Peccioli e Terricciola), il sindaco di Peccioli Renzo Macelloni ci riprova e lancia l'appello a un'area più vasta tra i comuni della provincia di Pisa. Lo fa con una lettera indirizzata a Lucia Ciampi, deputato, sindaco di Calcinaia e presidente dell'Unione Valdera, al sindaco di Pontedera Simone Millozzi e a quello di Ponsacco Francesca Brogi, anch'essa fuoriuscita dall'organizzazione di via Brigate Partigiane.

Nella lettera Macelloni, cogliendo l'occasione per gli auguri del nuovo anno, lancia una riflessione per "i temi di un territorio molto più vasto dei municipi" che è possibile trovare "nell'area della Valdera come bacino minimo ideale, punto di riferimento per un ragionamento strategico di più ampio respiro in cui certi servizi si possono organizzare in modo più efficace: mobilità, viabilità, razionalizzazione sistema scolastico, formazione giovanile e servizi sportivi, accoglienza turistica".

Questa convinzione, secondo Macelloni, "spesso lascia il passo ai tanti piccoli e grandi problemi che noi tutti dobbiamo affrontare quotidianamente". Macelloni lancia la proposta di "bozza di documento" da condividere entro il 10 gennaio e sulla quale "aprire una discussione".

La parola starà ora ai diretti interessati.

Tutte le notizie di Peccioli

<< Indietro
torna a inizio pagina