Morte di Guerino Elia, indagati il titolare della ditta e il capocantiere

palazzo_di_giustizia_firenze_tribunale

Sarebbero due gli indagati per la morte di Guerino Elia, artigiano di 46 anni, morto il 5 ottobre 2017 cadendo dal tetto di un capannone a Pozzale di Empoli. La Procura di Firenze ha indagato per omicidio colposo il titolare della ditta e il capocantiere di fatto.

Secondo quanto ricostruito, Elia perse la vita cadendo da un'altezza di oltre 6 metri per il cedimento di una lastra di amianto che stava rimuovendo. In base alle indagini, coordinate dalla pm Christine Von Borries, l'artigiano, co-titolare di una ditta edile, al momento dell'incidente stava lavorando sul tetto insieme al titolare di un'altra azienda edile, senza che nessuno dei due avesse le competenze tecniche e la formazione necessaria per rimuovere le lastre.

I due avrebbero inoltre operato senza rispettare le misure di sicurezza e prevenzione degli incidenti sul lavoro, non utilizzando dispositivi di protezione a anticaduta, carenze la cui responsabilità viene riportata in capo agli indagati.

Tutte le notizie di Empoli

<< Indietro
torna a inizio pagina