Use Gross, coach Bassi riflette sulla caduta a Piombino

giovanni-bassi

Nel commentare la gara persa dall'Use Computer Gross a Piombino, la prima domanda che viene in mente di porre a coach Giovanni Battista Bassi è scontata: cosa è successo in quel parziale finale di 26-11 che è costato la partita?

"Direi che più che altro sono stati bravi loro - attacca il tecnico biancorosso - ed alla fine hanno meritato di vincere, magari la cosa che dispiace è che quel parziale finale non rispecchia la partita, ovvero non meritavamo di chiudere con un meno 19 visto che siamo stati punto a punto per 30 minuti. Per pensare di poter vincere a Piombino, anche se a loro mancava Persico, serviva una partita diversa, più intensa e non a sprazzi come invece abbiamo fatto noi. Nei momenti in cui siamo calati loro ci sono montati addosso e questo spiega l'andamento della partita ed il risultato".

Anche se il tecnico biancorosso non ama mai parlare degli arbitri, una riflessione sui tre antisportivi che la sua squadra si è vista fischiare nella prima metà della partita ci può stare.

"Diciamo che un metro un po' particolare c'è stato - prosegue - ma non ci facciamo caso più di tanto. Meglio pensare a cosa abbiamo sbagliato per non ripetere gli errori commessi. Anche perchè abbiamo alle porte una partita molto importante e serve quindi la massima concentrazione". Sabato arriva infatti al Pala Sammontana Borgosesia per la prima del girone di ritorno.

"Una squadra che ha i nostri stessi punti in classifica e basterebbe anche solo questo per capire quanto la sfida sia importante. Noi all'andata abbiamo vinto e quindi ripetersi varrebbe doppio perchè ci consentirebbe di essere in vantaggio negli scontri diretti. Dobbiamo stare molto attenti perchè loro hanno avuto un cammino piuttosto simile al nostro facendo ottime cose in trasferta. Per questo dovremo prepararla bene per prenderci i due punti che vogliamo ad ogni costo".

Fonte: Use Basket Empoli

Tutte le notizie di Basket

<< Indietro
torna a inizio pagina