Doni e giochi dalle Fiamme gialle ai piccoli pazienti delle Scotte

siena_visita_guardia_finanza_ospedale_2018_01_09___1

Una giornata speciale, con tanti doni e sorrisi per i piccoli pazienti del policlinico Santa Maria alle Scotte, grazie alla prima visita della Guardia di Finanza nel Dipartimento Materno-Infantile dell’Azienda ospedaliero-universitaria Senese. Gli uomini e le donne del Comando Provinciale di Siena, guidati dal comandante, il Colonnello Antonio Marra, hanno portato doni e gadget per i bambini ricoverati, regalando così una mattinata di allegria e spensieratezza a tutti i presenti. All’iniziativa hanno partecipato anche le unità cinofile che hanno dato dimostrazione dell’abilità e della destrezza dei cani impegnati nelle operazioni speciali, il pastore tedesco Dankan e il labrador Delphy, per la gioia dei piccoli pazienti che hanno particolarmente gradito la simpatica presenza degli amici a quattro zampe.

«La nostra prima visita al Dipartimento Materno-Infantile rappresenta un momento di grande vicinanza ai “piccoli contribuenti” che vivono un momento di sofferenza – ha detto il Colonnello Marra - Come Guardia di Finanza e Polizia Economico-Finanziaria, con alta vocazione sociale, vogliamo essere sempre più vicini all’ospedale, ai bambini e a tutti i cittadini, anche nel momento del bisogno. Sono intervenute due unità cinofile provenienti dal Comando Provinciale di Pisa e di Grosseto che sono state specificatamente addestrate per la ricerca di sostanze stupefacenti e, attraverso il gioco, abbiamo dimostrato ai bambini come si svolge il nostro lavoro in quest’ambito».

A fare gli onori di casa il direttore sanitario dell’Azienda ospedaliero-universitaria Senese, Roberto Gusinu, il direttore del Dipartimento Materno-Infantile, il professor Mario Messina, e tutti gli altri professionisti del dipartimento. «Un grande grazie per questa piacevole visita – ha concluso il dottor Gusinu –, che ha riempito di gioia i piccoli pazienti e dimostra la grande vicinanza delle Istituzioni al nostro ospedale».

Fonte: Aou Senese

Tutte le notizie di Siena

<< Indietro
torna a inizio pagina