Seggiolini non assicurati in auto, ritornano i controlli della Polizia Municipale

bambino_seggiolino_auto_ bimbo

Scatteranno a fine gennaio i nuovi controlli della polizia municipale di Montemurlo finalizzati a sanzionare la pericolosa abitudine di trasportare in auto minori senza cinture o seggiolino o altro sistema idoneo di ritenuta.

Il piano rientra nella campagna "Proteggimi...l'importanza di un abbraccio", promosso dal Comune di Montemurlo per sensibilizzare i genitori sull'importanza di assicurare correttamente i propri figli durante il trasporto in auto. Gli agenti effettueranno controlli mirati nella fascia oraria dalle 7.45 alle 8.45 vicino alle scuole dell'infanzia, primarie e medie del territorio.

Lo scorso anno furono ben 59 gli automobilisti sanzionati perché non avevano assicurato correttamente i bambini in auto e la speranza di questa nuova campagna di controlli è quella di ridurre drasticamente il numero delle violazioni, come spiega l'assessore alla polizia municipale, Rossella De Masi: « Speriamo che sia aumentata nei genitori la consapevolezza del rischio, perché la sicurezza dei più piccoli deve essere una priorità per tutti. Purtroppo, molto spesso, viene sottovalutata l'importanza dei sistemi di ritenuta per bambini in auto e i controlli e le sanzioni servono per far rispettare quelle che dovrebbero essere norme di buon senso e non certo per far cassa. A Montemurlo - continua l'assessore De Masi - da quasi vent'anni il Comune, attraverso la polizia municipale, promuove nelle scuole la campagna di educazione stradale “La strada giusta”, che negli ultimi anni ha visto il coinvolgimento diretto delle famiglie, unica esperienza del genere nella provincia. Azioni di formazione e informazione che speriamo possano dare risultarti positivi».

Secondo gli ultimi dati diffusi da Istat e Ministero dei Trasporti a livello nazionale il 65% delle persone ammette di non usare continuativamente il seggiolino auto, il 27% lo usa in maniera non corretta e l'8% non lo utilizza proprio. E i risultati di tali comportamenti sono tragici. Nel 2017 in Italia nella fascia di età 0-14 a causa di incidenti sono morti 25 bambini, 8396 quelli rimasti feriti. «I piccoli spostamenti, come il tragitto casa- scuola, sono solo apparentemente innocui. - sottolinea il comandate della Polizia Municipale, Gioni Biagioni - I numeri diffusi da Istat raccontano, infatti, che nel 2016 il 75% degli incidenti stradali si è verificato in città, registrando il 45% delle vittime. Questi lutti e queste lesioni si sarebbero potuti drasticamente ridurre se fossero state completamente rispettate le norme sull'uso dei seggiolini in auto e il buon senso. Per questo il Comune di Montemurlo, condividendo a pieno gli obbiettivi del piano nazionale di sicurezza stradale, da alcuni anni ha incrementato i controlli finalizzati al controllo dello scarso utilizzo di dispositivi di ritenuta per bambini da parte degli adulti, promuovendo anche attraverso specifiche campagne di informazione e sensibilizzazione dei cittadini a scuola e in iniziative pubbliche».

Sanzioni - Per chi non fa uso dei dispositivi di ritenuta per bambini la sanzione prevista è di 81 euro e la decurtazione di cinque punti dalla patente. In caso di reiterazione della violazione nell'arco di due anni è prevista anche la sospensione della patente da 15 giorni a due anni. Il genitore o la persona adulta che conduce il veicolo è responsabile della corretta applicazione delle norme sul trasporto dei bambini.

Per avere maggiori informazioni si può contattare la polizia municipale di Montemurlo tel. 0574-558499 o scrivere a poliziamunicipale@comune.montemurlo.po.it

Fonte: Comune di Montemurlo - Ufficio Stampa

Tutte le notizie di Montemurlo

<< Indietro
torna a inizio pagina